sex education Fonte foto: Netflix
TV PLAY

Sex Education: 5 curiosità che in pochi conoscono

Si parte con la terza stagione a settembre, ma prima scopriamo alcune curiosità del teen drama più seguito del momento

Sex Education è una tra le serie più discusse e seguite che trovate nel catalogo di Netflix. Sono già due le stagioni all’attivo e a settembre è atteso il terzo capitolo in cui vedremo con piacere le nuove avventure di Otis e i suoi compagni del liceo di Moordale, ma prima scopriamo qualche curiosità su questa serie, commedia, dedicata all’universo dell’adolescenza.

I nuovi otto episodi di Sex Education della terza stagione saranno disponibili a partire dal 17 settembre nel catalogo di Netflix. La serie è approdata nel 2019 sulla piattaforma che da subito, visto l’enorme favore del pubblico, ha deciso di produrre il secondo capitolo arrivato a inizio del 2020. La full immersion nel mondo degli adolescenti è garantita grazia ad una trama curiosa che ha saputo catturare adulti e adolescenti. Nell’attesa, dopo aver ripassato le prime stagioni, eccovi alcune curiosità a iniziare dall’omaggio che Laurie Nunn, autrice dello show, ha voluto rendere a due suoi film del cuore anni ‘80: Breakfast Club e Bella in rosa.

Asa Butterfield

Il protagonista di Sex Education, Otis, è un personaggio molto particolare. Sapevate che, quasi per ironia della sorte, nella realtà sua madre è una psicologa, proprio come Jean nella serie? Lui ha dichiarato di come questo lo abbia sempre fatto sorridere e sebbene la sua mamma reale sia molto diversa da Jean, non è subdola o prepotente, abbia comunque sempre cercato di non contraddirla e abbia sempre dovuto pensare e pesare le parole.

Otis ed Eric in Sex Education fanno riferimento a Super Smash Bros, una popolare serie di videogiochi della Nintendo e, sempre nella realtà, Asa è realmente un fan di questi giochi ed è anche molto competitivo.

Altre curiosità su Sex Education

Le scene della Moordale Secondary School sono state interamente girante nell’ex Campus dell’Università del South Wales a Caerleon in Gran Bretagna.

Vi siete resi conto di una stranezza? Moordale, nonostante sia ambientato in Inghilterra, rappresenta in pieno un tipico liceo americano. Ricordate gli armadietti o il fatto che non sia presente nessuna uniforme scolastica? Tutto questo è frutto di una decisione azzeccata dagli autori. I creatori hanno ben pensato che così si sarebbe arrivati a un pubblico più internazionale, omogeneizzando forme e cultura. Hanno avuto ragione: il successo è mondiale.

Nella soundtrack di Sex Education sono presenti alcune canzoni dell’autore, Ezra Furman, e indovinate? Lui stesso è presente: come cantante al ballo della scuola. Lo avevate riconosciuto?.

Nella vita reale i due degli attori protagonisti, Connor Swindells, che interpreta Adam, e Aimee Lou Wood, che da il volto ad Aimee, si frequentano realmente nel quotidiano.

Ora siamo pronti ad affrontare la terza stagione di Sex Education disponibile, partire dal 17 settembre, sulla piattaforma Netflix.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963