apple safari tab group Fonte foto: Apple
APPLE

Su Apple Safari arriva una delle migliori funzioni di Chrome ed Edge

Al WWDC21 Apple ha annunciato diverse novità per il browser web di iPhone, iPad e mac, Safari. Una in particolare sembra sia stata ispirata dalla concorrenza

Tira aria di cambiamenti dalle parti di Cupertino. Tra gli annunci fatti al WWDC21 – le novità di iOS 15 e l’inattesa apertura di FaceTime a Windows e Android, per fare due esempi – Apple, prendendo anche spunto dalle caratteristiche migliori della concorrenza, ha illustrato le novità per il browser web preinstallato su tutti i dispositivi con la Mela, Safari.

Così Apple si è ispirata ad una delle funzioni più apprezzate in Google Chrome e Microsoft Edge per migliorare Safari, ma per consentire una migliore organizzazione per gestire al meglio i flussi di lavoro più intensi viene pure rivista l’interfaccia utente, rimasta pressoché inalterata nel corso degli anni in cui, peraltro, il browser web multipiattaforma di Apple è stato oggetto di numerose migliorie ed ottimizzazioni. La UI di Safari sarà resa più compatta, senza alterare il minimalismo che contraddistingue da sempre il browser della Mela, e migliorerà la gestione delle schede aperte con una funzionalità inedita chiamata Gruppi di schede (tab groups).

Le novità per Safari del WWDC21

Gruppi di schede di Safari, che potrebbero esordire con le altre novità insieme ad iOS 15 in autunno, puntano ad offrire una via inedita per salvare e gestire facilmente delle schede correlate, come quelle che tipicamente si ottengono durante la pianificazione dei viaggi o quando si valuta l’acquisto di uno smartphone o di un’auto tenendo conto di vari candidati.

Funzione già vista sui browser della concorrenza come Google Chrome e Microsoft Edge ma che verrà reinterpretata da Apple su Safari. Nuovo design per macOS che posiziona davanti ed al centro le schede attive consentendo peraltro di tenere d’occhio più pagine mentre si scorre, mentre la nuova barra delle schede assume il colore della pagina web e raggruppa schede, barra degli strumenti e campo di ricerca in un unico nuovo ambiente compatto.

Su iPadOS schede e gruppi di schede funzioneranno allo stesso modo che su macOS, anche in virtù della sincronizzazione istantanea tra iPad e mac. Su iOS la nuova barra delle schede sarà mostrata in basso per essere a portata di pollice, in modo da scorrere tra di esse con un tocco o di espanderle verso l’alto usufruendo di una nuova visualizzazione a griglia.

Infine delle nuove estensioni per iOS ed iPadOS si aggiungono alla funzionalità nativa del browser web di Apple, con il codice che sarà condiviso con le estensioni web esistenti per Safari in modo da facilitare il compito per quegli sviluppatori che volessero crearne di nuove.

Quando arrivano le novità di Safari

Apple non ha annunciato quando arriveranno le novità di Safari su iPhone, iPad e Mac, ma il debutto potrebbe coincidere con il lancio di iOS 15, che a sua volta come da tradizione dovrebbe essere legato alla presentazione dei nuovi iPhone, quindi in autunno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963