whatsapp Fonte foto: WhatsApp
APP

Su WhatsApp arriva lo sblocco con riconoscimento facciale

Lo sblocco facciale e la possibilità di partecipare a videochiamate perse ancora in corso sono due funzioni attese dagli utenti di WhatsApp, che potrebbero arrivare a breve

Due importanti novità sono in arrivo su WhatsApp: lo sblocco biometrico con il volto, cioè il riconoscimento facciale dell’utente, e la possibilità di partecipare in un secondo momento ad una chiamata o videochiamata di gruppo. Entrambe le nuove funzionalità sono state introdotte nella versione beta 2.20.203.3 di WhatsApp per Android.

Non è possibile sapere quando una o entrambe di queste novità arriveranno nell’app definitiva e stabile del servizio di messaggistica istantanea del gruppo Facebook, ma è chiaro che gli ingegneri di WhatsApp ci stanno lavorando ed è altrettanto chiaro che si tratta di due novità che farebbero felici gli utenti. Il riconoscimento facciale, infatti, offrirebbe uno strato di sicurezza in più su molti smartphone Android mentre la possibilità di partecipare a call già iniziate aumenterebbe di parecchio l’utilità di WhatsApp e la sua competitività nell’ormai affollatissimo gruppo di app per videochiamate.

WhatsApp: il nuovo sblocco con il volto

Già oggi WhatsApp offre il riconoscimento biometrico come opzione di blocco e sblocco dell’app: andando su Impostazioni > Privacy > Blocco con impronta digitale possiamo settare un tempo massimo oltre il quale per accedere all’app è necessario usare l’impronta.

Questa funzione tutela la nostra privacy quando, ad esempio, lasciamo lo smartphone incustodito su un tavolo in un luogo pubblico. Il riconoscimento dell’impronta, però, avviene a livello di sistema operativo e non di app e, per di più, ci sono smartphone che non hanno il sensore delle impronte ma usano solo la lettura del volto come parametro biometrico per lo sblocco.

Su questi smartphone, quindi, oggi è impossibile bloccare l’app di WhatsApp. Ma lo sarà in futuro, se il riconoscimento del volto diventerà una feature dell’app ufficiale stabile. Al momento, però, questa funzione è stata introdotta solo nella beta per Android e non si hanno notizie relativamente all’app per iOS.

WhatsApp: partecipare ad una videochiamata persa

Altra funzione molto utile introdotta nella beta 2.20.203.3 di WhatsApp per Android è la possibilità di partecipare ad una videochiamata o chiamata audio di gruppo anche in un secondo momento. Se la call è ancora in corso, infatti, è ora possibile entrare facendo tap sulla chiamata persa.

Tutto questo è utilissimo, perché mette WhatsApp al pari con le altre app di videoconferenza che, però, usano un sistema diverso per ottenere lo stesso scopo: l’invio di un link alla videochiamata, sul quale l’utente invitato può cliccare per entrare nella call fintanto che è ancora in corso.

Su WhatsApp beta, invece, il link non c’è ma l’accesso ad una chiamata di gruppo già iniziata è ancor più semplice. Inoltre questa funzione per l’app Android fa il paio con un’altra che ha appena fatto capolino nell’ultima beta di WhatsApp Web: adesso anche su WhatsApp per Web possiamo fare le chiamate e le videochiamate.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963