Libero
SMART EVOLUTION

Super Cashback, la classifica cambia ancora: ecco perché

Ancora scossoni nella classifica del Super Cashback ma nessuno sa quando avremo quella definitiva: ecco cosa sta succedendo e perché.

Giuseppe Croce Giornalista

Peppe Croce, giornalista dal 2008, si occupa di device elettronici e nuove tecnologie applicate al mondo automotive. È entrato in Libero Tecnologia nel 2018.

A quasi due settimane dalla fine del primo semestre del Cashback di Stato, e a tre giorni da quella che doveva essere la data di chiusura della classifica (il 10 luglio), ancora nessuno sa con certezza chi vincerà il premio da 1.500 euro del Super Cashback riservato ai 100.000 che hanno fatto più transazioni valide.

Secondo voci di corridoio, che non trovano però alcuna conferma ufficiale, la fine dei conteggi avverrà il 15 luglio. Nel frattempo, però, da PagoPA non arriva nessuna comunicazione ufficiale in merito e molti di coloro che hanno partecipato al programma iniziano a chiedersi se riusciranno a vincere il premio. Perché la classifica è tutt’altro che ferma, anche se le transazioni elaborate crescono con estrema lentezza. Un finale al cardiopalma, quindi, per una iniziativa che è nata per spingere i pagamenti elettronici ma che forse richiedeva una infrastruttura tecnica di livello superiore e regole più precise.

Super Cashback: conti a rilento

Una settimana fa, il 6 luglio, la dashboard informativa sul Cashback segnava 758.292.228 transazioni elaborate da PagoPA dall’inizio del semestre. Oggi, mentre scriviamo, la stessa dashboard ci dice che siamo arrivati a 758.723.653 transazioni elaborate.

In una settimana, quindi, sono state elaborate 431.425 transazioni, cioè circa 60 mila al giorno in media. Ma non è ancora finita: all’interno dell’app IO, nella sezione Cashback, è ancora presente un messaggio che dice: “Stiamo aspettando di ricevere le ultime transazioni, per calcolare i rimborsi. Riceverai un messaggio quando l’operazione sarà conclusa“.

Super Cashback: scossoni in classifica

Secondo quanto comunicato da IO, quindi, il ritardo è dovuto al fatto che i circuiti di pagamento non hanno ancora fornito a PagoPA i dati su tutte le transazioni. Questo, almeno in parte, è vero: molti utenti affermano di veder ancora crescere il numero delle transazioni valide, seppur di poche unità.

Ma c’è anche un secondo motivo che causa forti cambiamenti in classifica: la scrematura delle famose microtransazioni, ritenute non valide perché contrarie al regolamento del Cashback, che va avanti da giorni. Anche questa è confermata, perché altri utenti stanno vedendo scendere, e non salire, il numero dei pagamenti contabilizzati.

Il risultato è che alcuni partecipanti stanno salendo, o scendendo, in classifica con salti anche di 250-300 posizioni in un giorno. Ma è allargando la prospettiva che si capisce quante transazioni sono state cancellate.

Super Cashback: il nostro test

Abbiamo partecipato al Cashback di Stato registrandoci su IO, aggiungendo diverse carte e facendo acquisti come tutti al fine di sperimentare direttamente il funzionamento (e il malfunzionamento, in alcuni casi) del sistema. Ci siamo fermati a sole 54 transazioni: quanto bastava per essere sicuri di aver raggiunto la soglia per il Cashback ordinario e per visualizzare la classifica su app IO.

Ai primi di luglio, quando tutte e 54 le transazioni erano state conteggiate, il nostro profilo di test era in posizione bassissima: sopra di noi c’erano ben oltre 6 milioni di partecipanti. Oggi, 13 luglio, siamo in posizione 5.671.054.

Senza fare assolutamente nulla, quindi, abbiamo guadagnato circa mezzo milione di posizioni in classifica.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963