the boys Fonte foto: Amazon
TV PLAY

The Boys 2: tutte le domande rimaste in sospeso dopo l'ultima puntata

Il finale di stagione ha sorpreso i fan dello show, che ora attendono con curiosità il terzo capitolo: ma quali sono le domande a cui dovranno rispondere i nuovi episodi?

The Boys 2 è giunto a conclusione, lasciando parecchie domande in sospeso. Il finale ha entusiasmato una grossa fetta di utenti, ne ha deluso altri. Nonostante ciò, praticamente tutti sono d’accordo: l’ultima puntata è stata spettacolare ed è riuscita a tenere incollati gli spettatori al piccolo schermo.

Senza dubbio con la seconda stagione di The Boys si chiude un complesso ciclo narrativo. Infatti, le ultime scene danno un senso alle storie dei personaggi. Hughie e Starlight riescono a coronare il loro sogno d’amore, Annie riesce a rientrare nei Sette, Stormfront viene apparentemente annientata, mentre Patriota riesce a sopravvivere. Insomma, se il ciclo narrativo ha messo il punto ad alcune situazioni, allo stesso tempo l’ultimo episodio ha fatto emergere diverse domande a cui la terza stagione dovrà rispondere. Sappiamo certamente che The Boys 3 sarà caratterizzato da nuove storie ma alcuni vecchi intrecci saranno ulteriormente sviluppati.

The Boys 2: le domande lasciate in sospeso

Una delle principali domande riguarda Stormfront. Molti si chiedono qual è il destino del personaggio interpretato da Aya Cash.

Lei nel finale di The Boys 2 pronuncia alcune parole in tedesco. Molti si sono chiesti il significato? Ed eccolo qui: “Era così bello. Noi tre, seduti lì, all’ombra di un melo. Ti ricordi quel giorno, Frederick? Chloe aveva le braccia fuori dal finestrino della macchina. Abbiamo trovato il posto perfetto, lungo il fiume, all’ombra di un melo. Era la prima volta che Chloe mangiava mele fresche. Era meraviglioso. Volevo che non finisse mai.”

La moglie di Frederick Vought, si ritrova ustionata e mutilata dopo lo scontro con Ryan e vaneggia questa immagine famigliare in tedesco, la sua lingua madre. Forse quando pronuncia quelle parole pensa di essere vicina alla morte. La sua capacità di autorigenerarsi la farà tornare? Lo showrunner ha rivelato che non morirà, ma allo stesso sarà costretta a rimanere in questo stato per lungo tempo e quindi nella terza stagione capiremo meglio il suo destino.

Un’altra domanda riguarda Hughie, che si separa dai Boys per lavorare al servizio di Victoria. Di lei sappiamo poco, quindi nelle nuove puntate potremmo sapere meglio qual è la sua origine e soprattutto la fonte del suo temibile superpotere, quello di far esplodere la testa delle persone.

Nella prossima stagione, sicuramente il piccolo Rayan avrà un ruolo importante. Lui è il figlio di Homelander e Becca Butcher. Sicuramente il suo futuro è legato a quello di Billy Butcher che ha promesso a sua madre di prendersi cura del piccolo, prima che lei morisse.

Naturalmente, l’universo di The Boys non terminerà con la sconfitta di Stormfront: Patriota è ancora a capo dei Sette e suo figlio è nelle mani del suo acerrimo nemico. Questo dettaglio dà vita a tante ipotesi legate allo sviluppo della trama.

The Boys 3: quando uscirà?

Lo showrunner e co-ideatore della serie, Eric Kriple ha annunciato che gli autori stanno lavorando duramente alle nuove puntate. Tuttavia, a causa della pandemia le riprese non inizieranno prima del 2021. “Tutto dipende da quel virus microscopico” ha annunciato l’autore durante il Comic-Con.

Secondo tali previsioni, potremo vedere la terza stagione di The Boys intorno a settembre 2021. Nel frattempo, Amazon ha già investito su uno spin-off.

Chi ancora non ha visto i capitoli usciti finora può rimediare subito: la prima e seconda stagione dello show sono disponibili in streaming su Amazon Prime Video.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963