twitter Fonte foto: Twitter

Twitter introduce i messaggi vocali su iOS: come funzionano

Le note vocali sono in arrivo anche su Twitter, ma solo per gli utenti iOS. Ogni messaggio vocale avrà una durata massimo di 140 secondi

All’inizio erano SMS, poi sono diventati messaggi di testo su WhatsApp e altre app di messaggistica, per trasformarsi poi in note vocali, soluzioni più veloci e smart, ideali per un mondo che ha bisogno di comunicare in modo istantaneo o quasi. Ormai le note vocali sono usatissime per scambiare messaggi privati, ma si preparano a sbarcare anche nei social network sotto forma di post pubblici.

Facebook già nel 2018 stava testando l’uso delle note vocali nell’aggiornamento di stato, ma ora è Twitter ad annunciare l’arrivo dei tweet vocali, studiati nei minimi particolari per garantire un’ottima user experience. Presto gli utenti potranno pubblicare contenuti usando la propria voce. L’obiettivo è spingere sempre più persone ad usare la piattaforma per condividere pensieri e notizie. Come anticipato dal blog ufficiale dell’azienda, la funzione per il momento sarà disponibile solo a chi ha un dispositivo Apple, ma non è escluso che verrà rilasciata in seguito anche per Android.

Messaggi vocali su Twitter: come funzionano?

I tweet vocali potranno essere creati toccando l’icona per la registrazione che raffigura la lunghezza d’onda. Per terminare basta poi cliccare o toccare su “Fine”. L’audio potrà durare fino a 140 secondi. I secondi in eccesso verranno caricati automaticamente in un nuovo post, agganciato al precedente. Si formerà così un unico thread che consentirà di mantenere il filo del discorso. I vocali che si susseguono verranno ascoltati in ordine dagli utenti, senza alcuna interruzione. Inoltre, il tweet vocale verrà pubblicato all’interno di un rettangolo che mostra l’immagine di profilo dell’utente e potrà essere anticipato da un testo.

Questa idea nasce per incrementare il parco di opportunità offerte dal social network, proprio come affermato dall’azienda nel blog ufficiale: “ci sono tante cose che non traspaiono con un testo oppure vengono male interpretate. Con i nuovi tweet vocali vogliamo creare un’esperienza più umana sia per chi ascolta che per chi comunica”.

Inizialmente la funzione sarà rilasciata ad un gruppo ristretto di utenti iOS, ma in seguito verrà diffuso a tutti gli utenti di questo sistema operativo. Mentre non si fa accenno ad un possibile rilascio per Android.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963