WhatsApp
HOW TO

WhatsApp, come scoprire chi vi spia il profilo

WhatsApp, così come molte altre piattaforme social, può essere usata da alcuni utenti per spiare gli altri, ecco come individuare i contatti più impiccioni

WhatsApp è una comoda applicazione per messaggiare con i nostri amici o per inviare documenti e foto e fare delle videochiamate, anche di gruppo. Attraverso WhatsApp però gli utenti più “impiccioni” potrebbero costantemente monitorare la nostra presenza sull’app e scoprire cosa facciamo e come usiamo lo smartphone.

Le persone più curiose infatti, possono “spiarci” (o meglio, controllarci) costantemente utilizzando WhatsApp. Per esempio, verificando i vari orari in cui siamo online sapranno sempre quando siamo rintracciabili. E se abbiamo degli orari standard di utilizzo dell’applicazione, perché magari nel resto del tempo siamo a lavoro o ci dedichiamo a un hobby, per loro sarà facilissimo capire quando scriverci. Ci sono poi gli utenti che leggono e rileggono le conversazioni con noi, sia singole che di gruppo, magari per ritrovare una vecchia foto inviata da noi ormai da mesi. E infine ci sono quelli che guardano sempre i nostri Stati per sapere sempre quello che stiamo facendo o che stiamo pensando.

Come individuare gli utenti curiosi su WhatsApp

Esistono una serie di motivi per cui le persone tendono a seguire con particolare insistenza un’altra persona su WhatsApp, o sui vari social media. E non per forza dobbiamo pensare male, non tutti sono hacker interessati alle nostre informazioni e non tutti sono malintenzionati che progettano di farci del male. Alle volte sono semplicemente degli amici un po’ curiosi, dei colleghi leggermente invidiosi oppure una persona a cui piacciamo. Capire chi sono le persone più interessate a noi su WhatsApp comunque è davvero semplice. Possiamo usare un “trucchetto” per stanarli in pochi passaggi. La tecnica è semplice: WhatsApp permette all’utente che posta uno stato con una foto a scomparsa di vedere chi ha visualizzato l’immagine. Per scovare i più “impiccioni” allora iniziamo a postare una o più foto sugli stati di WhatsApp per circa 4-5 giorni, e monitoriamo chi sono gli utenti che visualizzano il nostro Stato. Gli utenti che avranno visualizzato tutti i nostri Stati e tutte le nostre foto sono sicuramente quelli più interessati a seguire i nostri movimenti su WhatsApp, e molto probabilmente anche nella vita reale.

Contenuti sponsorizzati