windows 10 Fonte foto: Tobias Arhelger / Shutterstock.com
TECH NEWS

Windows 10, come cambia il Dark Mode con l'ultimo aggiornamento

Windows 10 diventa più scuro: nella beta rilasciata ai tester viene aggiornato il Dark Mode e ci sono anche altre novità

Microsoft continua a lavorare al design di Windows 10 in vista di un sostanzioso restyling, chiamato WinUI, atteso da tempo ma ancora non arrivato. Nella ultima build 20211 di Windows rilasciata agli iscritti all’Insider Program ci sono alcune piccole, ma importanti, novità relative al Dark Mode che in molti aspettavano.

La modalità scura, ormai è chiaro, è il trend dominante degli ultimi due anni e ormai non c’è app o sistema operativo che ne possa fare a meno. Anche Windows ha un Dark Mode, già da parecchio, ma è tutt’altro che perfetto perché è poco uniforme e non interessa tutta l’interfaccia del sistema operativo, ma solo parte di essa. Ad esempio il menu Start e la casella di ricerca non cambiano in modo uniforme anche se è attivata la modalità scura. La build 20211 inizia a correggere queste sbavature, portando maggiore coerenza alla grafica di Windows quando è attivato il Dark Mode. Non è ancora tutto perfetto, ma è già molto meglio di prima.

Il Dark Mode colora il menu Start

Nella build 20211 Microsoft inizia a correggere queste incertezze del Dark Mode di Windows 10: compare uno sfondo nero in Windows Search, nei menu della ricerca e nelle pagine di ricerca fornite da Bing. Anche i messaggi pop up diventano scuri come la taskbar e il menu Start.

Non si tratta di grandi cambiamenti, ma di piccoli interventi mirati per rendere più gradevole e meno disturbante il Dark Mode di Windows 10: avere una modalità scura incompleta, con improvvise fiammate di bianco, è un pugno nell’occhio e stanca anche la vista.

E’ possibile attivare il tema scuro andando su Impostazioni > Personalizzazione > Colori > Scegli il tuo colore > Scuro.

Il futuro: WinUI

Mentre smussa le imperfezioni del Dark Mode, Microsoft procede anche con lo sviluppo di WinUI, la nuova interfaccia utente che verrà integrata in Windows (prima o poi). Nuove tracce della nuova WinUI sono state infatti trovate all’interno di un’altra versione beta di Windows, la Build 20197.

WinUI è una interfaccia che Microsoft sta sviluppando da anni, pensata per poter essere usata anche su dispositivi diversi dai PC desktop e laptop, in particolare dai device foldable come il Surface Duo di Microsoft, e potrà essere implementata sia nelle normali app Win32 che nelle app UWP (Universal Windows Platform).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963