depressa Fonte foto: Shutterstock

Usare Facebook è sintomo di depressione, lo dice la scienza

Una ricerca dell’Università della California e di Yale ha dimostrato che le persone che usano in maniera ossessiva Facebook sono depresse

12 Aprile 2017 - Siete grandi amanti dei social network e in particolare di Facebook? Attenzione potrebbe essere un primo sintomo di depressione. A dirlo è una ricerca portata avanti dai ricercatori dell’Università della California, a San Diego, e da quella di Yale. Lo studio ha analizzato il legame tra l’uso di Facebook e la salute mentale.

La ricerca è stata divulgata tramite un lungo approfondimento sull’American Journal of Epidemiology. Gli scienziati hanno usato i dati presenti nel report Gallup Panel Social Network Study e li hanno combinati con le “misure oggettive dell’uso di Facebook” e le risposte offerte loro da 5.208 volontari che hanno partecipato alla ricerca. Da questa lunga analisi è emerso che un uso elevato del social network può rappresentare dei gravi disturbi mentali collegati alla depressione. Attenzione però non è l’uso a causare depressione ma sono bensì le persone depresse a usare maggiormente il social rispetto a quelle che non provano questi sintomi.

Cosa dice lo studio

Secondo lo studio le persone con un senso del benessere compromesso tendono a cercare attraverso Facebook una compassione, un conforto, da parte degli altri utenti in modo da alleviare il loro malessere interiore. Il problema principale è che sentirsi meno soli all’interno di una Rete sociale non aiuta la persona con dei disturbi mentali a diminuire il suo senso di incompletezza e di malessere. Gli scienziati hanno svolto alcuni paragoni e le persone con sintomi di depressione che hanno avuto un maggiore contatto con le persone in maniera fisica hanno risposto in modo più positivo rispetto a quelle che hanno usato esclusivamente il social. Inoltre, è interessante notare come le persone che usano Facebook in maniera ossessiva possono avere anche dei problemi di peso. Ovviamente anche in questo caso il social non è la causa. Ma uno stile di vita sedentario e la poca fiducia in sé stessi portano le persone ad avere anche dei problemi con il proprio corpo. Gli scienziati dicono che per motivi di privacy non tutti gli intervistati hanno voluto rilasciare dei dati personali. Solo le persone più giovani lo hanno fatto. E dalla ricerca è emerso che sono più le donne rispetto agli uomini a usare maggiormente Facebook se afflitte dai primi sintomi di depressione.

Ti raccomandiamo