Libero
TV PLAY

5 cose da sapere sul live-action di One Piece

Manca sempre meno all’uscita dell’attesissimo live-action di One Piece: ecco le cose da sapere prima dell’arrivo in streaming della serie

one-piece_netflix-twitter Fonte foto: Netflix

I fan di One Piece non aspettano altro e finalmente il conto alla rovescia è agli sgoccioli. Non manca molto all’uscita su Netflix della serie live-action di One Piece, un progetto di cui si è parlato più o meno concretamente fin dal 2017. La serie è infine stata realizzata grazie alla collaborazione tra Shueisha, l’editore giapponese del manga, e la casa di produzione Tomorrow Studio; il tutto con la supervisione dell’autore del fumetto originale, Eiichiro Oda. Ora che mancano poche settimane al debutto in streaming, ecco le cose da sapere su questa nuova e attesa serie tv.

La storia di One Piece: di cosa parla la stagione 1

One Piece è il manga più venduto al mondo ed esce dal 1997. La trama, insomma, è decisamente ricca e corposa, oltre che ancora priva di una conclusione. La prima cosa da sapere, allora, è quale parte della storia nello specifico verrà portata sul piccolo schermo dal live-action.

Stando al trailer della serie, la prima stagione racconterà la parte ambientata nell’East Blue, quindi dagli inizi (in cui la ciurma di Rufy prende forma) fino all’entrata nella Rotta Maggiore. A grandi linee, la prima stagione dovrebbe coprire circa una decina di volumi del manga.

Il cast del live-action di One Piece

Il secondo punto da conoscere è sicuramente il cast del live-action di One Piece,o meglio, la sua fedeltà all’originale. La maggior parte dei fan è infatti rimasta favorevolmente colpita dalla somiglianza tra attori e personaggi del manga. Nel cast ci sono Iñaki Godoy nei panni del capitano Monkey D. Luffy, Mackenyu (che è Roronoa Zoro), Emily Rudd (Nami), Jacob Romero (Usopp) e Taz Skylar (Sanji).

Tra gli interpreti ci sono inoltre McKinley Belcher III, Morgan Davies, Aidan Scott, Vincent Regan, Jeff Ward, Craig Fairbrass, Langley Kirkwood, Celeste Loots, Alexander Maniatis, Ilia Isorelýs Paulino, Chioma Umeala, Steven Ward e Michael Dorman nel ruolo di Gold Roger.

La storia sarà molto fedele all’originale

«Lo dico subito. Per questa serie non abbiamo preso scorciatoie!», ha dichiarato recentemente il maestro Eiichiro Oda. Lo stretto coinvolgimento del creatore del manga nella realizzazione della serie è stata a quanto pare una garanzia di fedeltà alla storia originale. Lo si intuisce ancora una volta guardando il trailer del live-action, dove scene, dettagli e ambientazioni sembrano davvero ricalcare in modo preciso il manga, almeno dal punto di vista estetico.

Il live-action di One Piece avrà più stagioni?

Al momento la serie non è ancora stata rinnovata per una seconda stagione, ma è probabile che accadrà se il riscontro del pubblico sarà positivo. È chiaro, infatti, che la storia si presta a una narrazione molto più lunga rispetto a un singolo ciclo di episodi: come detto, i volumi del manga One Piece sono attualmente più di cento e stanno ancora uscendo.

Alcuni fan però si stanno già domandando, non senza preoccupazione, quante stagioni e soprattutto quale budget sarebbero necessari per mantenere la qualità elevata e per rendere davvero giustizia alla complessa e ricca storia del manga, in cui tra l’altro arriveranno combattimenti ben più spettacolari di quelli probabilmente raccontati nella prima stagione del live-action.

Il live-action di One Piece in streaming

«Provo un affetto infinito sia per il team di produzione sia per il cast e non vedo l’ora che ricevano in tutto il mondo il plauso che meritano», ha detto Eiichiro Oda. Per fortuna non bisogna aspettare molto: il live-action di One Piece esce su Netflix il 31 agosto.