google heads up Fonte foto: Shutterstock
APP

A cosa serve la nuova funzione Heads Up di Google

Una nuova funzione all'interno dell'app Benessere Digitale è in fase di distribuzione ai possessori di Google Pixel, ecco a cosa serve.

In inglese si chiama “Heads Up“, ma in italiano si può tradurre con “su la testa“, ed è una nuova funzione che Google sta inserendo all’interno dell’app Benessere Digitale. Scoperta per la prima volta dai ricercatori di XDA Developers a novembre 2020, adesso questa funzione è in fase di distribuzione sugli smartphone Pixel di Google, quindi a breve arriverà anche su tutti gli altri device Android con l’app Benessere Digitale.

Ma a cosa serve “su la testa“? Ad aumentare la nostra sicurezza: ci aiuterà a non inciampare nelle buche, a non sbattere sui pali della luce o del semaforo, a non rischiare un incidente ad un incrocio stradale, ma anche a non investire altre persone che camminano per strada in senso opposto al nostro. Specialmente se anche l’altra persona ha uno smartphone con l’app Benessere Digitale. Come funziona Heads UP? In modo banale ma efficace: ci dice di alzare la testa (e soprattutto lo sguardo) dallo smartphone se stiamo camminando a piedi. Basterà a ridurre la nostra dipendenza da smartphone?

Heads Up: come funziona

I primi utenti di Google Pixel che hanno già ricevuto la funzione Heads Up hanno pubblicato anche alcuni screenshot dai quali è possibile vedere come sarà questa funzione. Non è molto diversa da quella intravista, e poi sparita, a novembre: una schermata che ci dice “Attento a dove metti i piedi con Heads Up, se stai camminando mentre usi lo smartphone ricevi un avviso per ricordarti di concentrarti su cosa c’è intorno a te“.

Da questa schermata, facendo pochi tap, è possibile configurare la funzione scegliendo dopo quanto tempo apparirà l’avviso. Per funzionare Heads Up richiede l’accesso ai dati sulla nostra attività fisica e quello (opzionale) alla nostra posizione geografica.

Benessere Digitale sempre più ricca

Nel corso degli anni Google ha sviluppato moltissimo la sua app Benessere Digitale. Nata per monitorare il tempo che trascorriamo davanti allo smartphone, nel giro di poco ha iniziato a offrire la possibilità di avvertire l’utente quando questo tempo diventa troppo.

E’ anche sempre più integrata con le altre app di Google, tanto che oggi è possibile impostare un timer all’interno di YouTube che ci invita a fare una pausa dopo un periodo di visione dei video prolungato e senza interruzioni. Non manca la “modalità Riposo“, che ci ricorda invece di disconnetterci dallo smartphone nelle ore notturne.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963