ebook-formati Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Acsm, ePub, mobi, PDF, quali sono i formati degli e-book

Non tutti gli ebook sono uguali. Non ci stiamo riferendo al genere o al titolo dei libri elettronici, ma ai formati, cioè all'estensione con cui sono pubblicati

Sebbene una parte di lettori non rinuncerebbe mai all’odore della carata stampata, gli e-book rappresentano una valida e soprattutto comoda alternativa. Non pesano, se non qualche kilobyte, sono facilmente trasportabili – basta anche una microSD – e non sono soggetti ad usura.

Ma cosa sono gli e-book? Si tratta di libri elettronici, ossia di testi che non vengono mandati in stampa, ma restano dei semplici file digitali. Sono accessibili da più dispositivi. È possibile, ad esempio, farsi trascinare dalle parole scritte in un e-book su smartphone – anche se alla lunga lo schermo piccolo può stancare gli occhi – su computer o su tablet. E non solo. Spesso la parola e-book è accostata a e-reader, strumenti creati appositamente per leggere i libri elettronici. Rispetto agli altri device, alcuni e-reader sono a inchiostro elettronico, una tecnologia che in parte attutisce gli effetti del display.

Non tutti gli ebook sono uguali. Non ci stiamo riferendo al genere o al titolo dei libri elettronici, ma ai formati, cioè alla tipologia di file con cui sono realizzati e diffusi i testi digitali. Un e-book può avere una di queste tre estensioni: epub, mobi e PDF. Non sapete cosa è un’estensione? È la parte finale del nome del file. Facciamo un esempio: libro.epub. Si tratta di un e-book in formato epub.

ACSM

In mezzo alle tre estensioni ce n’è un altra: il file ACSM. In realtà, non è un formato di e-book. Cerchiamo di capire a cosa serve. Alcuni libri elettroni sono protetti da DRM Adobe, un sistema che serve per impedire la diffusione illegale di un testo protetto da diritto d’autore. Per poter scaricare questi testi, l’utente riceve prima un file .ascm con cui poi completare il download. Detto ciò, passiamo a parlare dei tre formati.

ePub

È uno dei più utilizzati per la pubblicazione dei libri. È un formato aperto e si basa sul linguaggio di programmazione XML. Il vantaggio principale del formato ePub è che ottimizza il testo del libro. In altre parole, grazie a questa tipologia di file, l’ebook si adatta in automatico a qualsiasi dispositivo elettronico. Si intuisce che il formato ePub non richiede, quindi, un device specifico per essere letto. Comunque, è sempre necessario scaricare un apposito programma o app per fruire un contenuto sviluppato in ePub.

Mobi

Passiamo a mobi. Se avete un Kindle, ossia l’e-reader prodotto da Amazon, sicuramente avrete una certa familiarità con questo formato. Anche perché non è possibile leggere e-book in altri formati sul dispositivo sviluppato dal colosso dell’e-commerce. Infatti, tutti i testi elettronici disponibili per Kindle sono in formato mobi. A differenza di quello precedente, mobi è un formato proprietario.

PDF

E chiudiamo con il formato più comune e conosciuto al mondo: PDF. Acronimo di Portable Document Format, è un formato di Adobe e permette a chiunque di aprire un file, indipendentemente dal dispositivo o programma utilizzato. Alcuni e-book sono pubblicati anche in questo standard ed è preferibile leggerli soprattutto su computer, tablet e smartphone, mentre sugli e-reader potrebbero sorgere dei problemi di formattazione.

Contenuti sponsorizzati