Libero
youtube originals Fonte foto: A. Aleksandravicius / Shutterstock
TV PLAY

Addio YouTube Originals: voleva battere Netflix

YouTube Originals è stato il tentativo di Google di rispondere a Netflix e Amazon Prime Video, ma la sua storia non è stata affatto di successo: è ufficialmente chiuso

Nel 2016 Netflix era una novità in Italia e, nonostante il vantaggio negli USA, molte società ritenevano possibile insidiarne il mercato. Tra queste spiccava Google: l’azienda di Mountain View, che aveva acquistato YouTube nel 2006, riteneva di poter entrare da protagonista nel mondo dello streaming video con un apposito programma: YouTube Originals.

L’obiettivo di YouTube Originals era, come suggerito dal nome, di creare e ospitare contenuti inediti e di formato più lungo dei tradizionali video. Il primo step di Google fu proprio riunire (o quantomeno cercare di riunire) tutti i creatori di contenuti più noti di YouTube e di farli entrare nel programma Originals, così da costruire una vetrina di proposte ampia, variegata e a basso costo. Successivamente YouTube Originals cominciò a ospitare contenuti più complessi e con un budget maggiore come Cobra Kai, la serie sequel dell’indimenticabile Karate Kid. Purtroppo, nonostante gli sforzi, YouTube Originals non è mai riuscito a decollare e oggi Google ha fatto la scelta definitiva, attesa da tempo: YouTube Originals chiude per sempre.

YouTube Originals chiude, l’annuncio

L’annuncio della chiusura di YouTube Originals è stato diffuso da Robert Kyncl, il Chief Business Officer di YouTube, via Twitter. Kyncl riepiloga i successi conseguiti da YouTube nel sostenere i creatori di contenuti negli ultimi anni, riconoscendo proprio in YouTube Originals il primo passo verso di essi. Kyncl annuncia anche che Susanne Daniels, attuale direttrice per la produzione di contenuti originale di YouTube, abbandonerà l’azienda il prossimo 1 marzo.

Nonostante la chiusura del programma YouTube Originals, né YouTube né Google desiderano tagliare gli attuali finanziamenti per creativi e contenuti originali come Black Voices, YouTube Kids e gli youtuber di fama maggiore.

Dove vedere Cobra Kai

Dopo le prime due stagioni su YouTube, Cobra Kai è stato acquistato proprio dalla rivale Netflix. La serie è arrivata alla sua quarta stagione ed è tra le più amate da critica e pubblico. Un risultato conseguito anche grazie alle ottime prove attoriali di Ralph Macchio e William Zabka, che hanno ripreso i ruoli giovanili di Daniel LaRusso e Johnny Lawrence.

YouTube Originals chiude, YouTube Premium resta

Al netto della chiusura di YouTube Originals, Google manterrà aperto il programma YouTube Premium. YouTube Premium è un servizio a pagamento di streaming disponibile solo in alcuni paesi selezionati, tra cui l’Italia, e prevede una programmazione comparabile a servizi come Netflix e Amazon Prime.

L’iscrizione a YouTube Premium consente non solo di vedere alcuni film e serie liberamente, ma anche di eliminare le pubblicità sulle differenti versioni della piattaforma (desktop, mobile, app), di scaricare i video sui propri dispositivi e anche di ascoltare YouTube Music Premium (una sorta di Spotify basato per video).

Molti utenti italiani hanno scoperto l’esistenza di YouTube Premium attraverso un fastidioso e invasivo messaggio pop-up, che invitava a iscriversi per un mese con una prova gratuita.

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963