Libero
Interfaccia ANote desktop Fonte foto: ufficio stampa
SMART EVOLUTION

ANote Music, 2021 da ricordare per il marketplace dei diritti musicali

L’anno si chiude con un aumento del 550% dei ricavi. Gli obiettivi per il futuro sono decisamente sfidanti

Rendere il mercato dei diritti musicali più accessibile e “fair", dando l’opportunità ai fan – e ad altre società specializzate – di scommettere (e finanziare) i loro cantanti e autori preferiti. Un’idea che ha riscosso immediatamente un grande successo e che, negli ultimi mesi, ha visto crescere in maniera esponenziale gli investimenti da parte di privati cittadini e aziende specializzate nella gestione dei diritti musicali.

Così, ANote Music chiude il 2021 con un incremento dei ricavi rispetto al 2020 del 550%. Un successo su tutti i fronti, insomma, a testimonianza che l’idea di fondo – permettere a chiunque di “acquistare" una fetta dei diritti musicali di artisti italiani e stranieri – non è affatto pessima. Anzi, ha tutte le carte in regola per rappresentare il futuro del settore, nel quale fan e semplici appassionati di musica sono destinati a ricoprire un ruolo sempre più importante.

Che cos’è ANote Music e come funziona

Nata nel 2018 in Lussemburgo dalla mente di Marzio Schena (anche se è operativa da poco più di un anno), ANote Music si pone l’obiettivo di rendere più aperto e accessibile il mercato dei diritti musicali. In particolare, la creatura di Schena vuole dare la possibilità a investitori privati e fanbase di giocare un ruolo primario in un mercato sinora piuttosto restio ad aprirsi al pubblico.

ANote su smartphoneFonte foto: ufficio stampa

Il 2021 è un anno da record per ANote Music, con ricavi quintuplicati rispettoa all’anno precedente

Con ANote, chiunque può decidere di acquistare una parte del catalogo di un artista musicale e partecipare così alle sue fortune discografiche. Esattamente come accade in borsa, se i diritti acquisteranno maggior valore nel corso dell’anno, gli investitori riceveranno dei dividendi guadagnando così sul loro investimento.

A gestire il tutto troviamo una blockchain appositamente strutturata, nella quale sono scritte tutte le operazioni effettuate. Insomma, un marketplace completamente digitale, votato alla trasparenza e alla tracciabilità.

ANote, un 2021 da ricordare

Come già accennato, il 2021 di ANote è decisamente un anno da ricordare. Le vendite di royalties hanno toccato i 6,5 milioni di euro tra mercato primario, secondario e offline, mentre il catalogo di artisti e canzoni è in continua evoluzione ed espansione. A fine 2021 gli artisti presenti su ANote sono più di 100, permettendo agli investitori di acquistare una fetta dei diritti di artisti come gli Zero Assoluto o di canzoni come The Nights (suonata da Avicii), Dancing in the Moonlight (nella versione dei King Harvest), In my Feelings (con Drake come performer), La solitudine (con la voce di Laura Pausini) e Lady Linda (resa celebre dai The Beach Boys).

“Le nostre aspettative per il 2021 – commenta Marzio F. Schena, Founder e CEO di ANote – sono state ampiamente superate, e non potremmo esserne più orgogliosi. Quello che vogliamo continuare a fare con ANote è di portare innovazione nell’industria musicale, per renderla sempre più accessibile, partecipativa, e – come dicono gli inglesi – fair, sia per gli artisti che per gli investitori. Affrontiamo quindi l’anno a venire con ancora più energia, positività, e voglia di fare di continuare a crescere e imparare".

I piani per il futuro di ANote

Per i fondatori di ANote Music, però, il 2021 non è affatto un punto di arrivo. Anzi, fedeli all’adagio “Mai dormire sugli allori", gli ottimi risultati fatti registrare nel corso degli ultimi 12 mesi rappresentano un trampolino di lancio verso obiettivi sempre più ambiziosi e sfidanti. Entro i prossimi tre anni, la piattaforma per investimenti in royalties musicali punta a superare i 10 milioni di vendite (obiettivo che potrebbe essere raggiunto molto prima del 2024) e gestire una community di 50.000 investitori e amanti della musica attirati da un catalogo e aste diritti in continua crescita.

Contenuto offerto da ANote Music

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963