app io non funziona
TECH NEWS

App IO non funziona: cosa sta succedendo

Nuovo click day, nuova catastrofe: l'app IO non funziona e milioni di utenti non possono abilitare le carte di pagamento per ottenere il cashback, che inizia domani a mezzanotte.

Purtroppo quello che molti temevano è successo: il sistema informatico che tiene le fila dell’app IO, e quindi del Cashback di Natale dello Stato, è andato in tilt a causa del sovraccarico derivante dalla marea di utenti che stanno provando ad abilitare le carte di pagamento.

Come vi abbiamo spiegato in una apposita guida, infatti, non basta aver già inserito le proprie carte di pagamento per ottenere automaticamente il cashback ma bisogna fare un passo in più: entrare nell’app e abilitare tutte le carte che si vogliono usare per ottenere il rimborso natalizio fino a 150 euro. Tutto questo, però, non prima di aggiornare l’app all’ultima versione che è stata rilasciata solo ieri. Ma il cashback parte domani ed è logico, ed era ampiamente prevedibile, che tutti avrebbero cercato di abilitare le carte oggi mandando in tilt il sistema informatico di IO. Ecco cosa sta succedendo.

App IO: i problemi più comuni

Il primo problema di IO in queste ore, quello più comune, è l’impossibilità di aprire la sezione Portafoglio dove sono state registrate le carte di credito, debito, Bancomat e gli altri metodi di pagamento accettati da IO. Di conseguenza è impossibile effettuare l’operazione di abilitazione della carta.

E questo è il migliore dei casi, perché c’è anche di peggio. Molti utenti, dopo aver effettuato l’aggiornamento obbligatorio dell’app, hanno visto sparire le carte già registrate precedentemente, con la vecchia versione dell’app. Quindi devono adesso (se ci riescono) inserirle nuovamente per poi trovarsi di fronte al solito problema della sezione Portafoglio.

Altri utenti non riescono neppure ad aggiornare l’app, ma leggono solo il messaggio “Il cashback sta arrivando! A breve potrai attivare il cashback e inserire il tuo IBAN per il rimborso: attendi il prossimo aggiornamento di IO!“. Ma l’aggiornamento non arriva. Su molte app, infine, la sezione Cashback è sparita del tutto.

Problemi app IO: cosa dice pagoPA Spa

L’app IO è gestita da pagoPA Spa che, però, al momento non comunica nulla in merito ai problemi riscontrati dagli utenti. Anzi, per la precisione ha emesso un comunicato stampa questa mattina presto affermando che i problemi erano tutti superati: “Da domani, martedì 8 dicembre 2020, il servizio entra nel vivo. Nell’ultimo periodo, con SIA S.p.A. e Microsoft, abbiamo intensificato le attività di potenziamento e test di tutte le componenti tecnologiche. Questo, unito all’interesse riscosso dall’iniziativa, ha comportato momentanei rallentamenti nell’app IO, che abbiamo progressivamente risolto per garantire una esperienza soddisfacente al cittadino, che è al cuore della nostra mission aziendale“.

Secondo pagoPA i rallentamenti dipendono dagli oltre 1.900 accessi al secondo che i server devono gestire. Un numero che è probabilmente molto più elevato adesso visto che i download totali di IO hanno superato i 6,4 milioni in totale, tra app Android e app iOS. Si tratterebbe, in pratica, degli stessi problemi all’app IO della settimana scorsa.

Problemi app IO: cosa fare

E’ chiaro che di fronte a problemi del genere non c’è molto da fare: senza aggiornare l’app non è possibile abilitare le carte, ma dopo l’aggiornamento le carte spariscono e non si possono più inserire.

Considerando che, nel frattempo, le tre carte di pagamento tramite le quali è possibile ottenere il cashback senza SPID non hanno ancora attivato la funzione (probabilmente perché si devono appoggiare sugli stessi server di IO) all’utente non resta che aspettare e riprovare di tanto in tanto fino a quando non riesce a inserire e abilitare i suoi metodi di pagamento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963