bean Fonte foto: bean
PMI E INDUSTRIA 4.0

Bean, la stampante 3D a resina economica e "portatile"

La stampante ha un prezzo contenuto, è molto piccola e leggera, ed è dotata di un sistema che permette di realizzare oggetti ad alta risoluzione

La stampa 3D è entrata in pianta stabile non solo in ambito lavorativo, ma anche nelle case di molti semplici utenti, attratti dalla possibilità di produrre un numero sconfinato di oggetti con un semplice click. Le stampanti 3D si sono diffuse anche grazie alle dimensioni, diventate sempre più compatte. Come nel caso di Bean, una piccola stampante a resina.

Sviluppata da una startup, che per l’occasione ha lanciato una campagna su Kickstarter, una delle più famose piattaforme di crowdfunding, riuscendo a raccogliere in poco tempo quasi 400 mila dollari, Bean si caratterizza per essere una stampante molto piccola, ma estremamente efficace. Il dispositivo, ideato da Kudo 3D, una società specializzata nella produzione di tecnologie 3D per tutti, è stata creata tenendo in considerazione, afferma l’azienda, proprio i consumatori. Oltre ad essere dalle misure ridotte, la stampante ha un prezzo decisamente contenuto ed è soprattutto dotata di un sistema che permette di realizzare oggetti ad alta risoluzione.

Caratteristiche di Bean

Bean è una stampante particolare che differisce dalle altre stampanti 3D SLA (acronimo di StereoLithography Apparatus) poiché non usa il laser per solidificare il liquido, ma ricorre a una lampada LED di colore viola di 405 nanometri. Senza avventurarci in dettagli tecnici molto complicati, la luce serve per compattare la resina inserita nella vaschetta e dare forma all’oggetto da stampare. La scelta del nome Bean, che in inglese significa fagiolo, non è causale, ma rappresenta la compattezza delle stampante, piccola come il legume verde. In più, utilizzando una luce LED, il dispositivo di Kudo 3D dura di più nel tempo e consuma molto di meno, rispetto a una stampante 3D tradizionale.

Precisa nei dettagli

Come detto, Bean è una stampante a resina. Per stampare è sufficiente riempire la vasca interna con uno dei 4 colori disponibili (grigio, giallo, nero e verde). Una delle caratteristiche principali della stampante è l’alta risoluzione, che consente a Bean di realizzare degli oggetti, anche molto piccoli, con dettagli molto precisi. La stampante può essere controllata tramite pc, oppure attraverso un dispositivo mobile. Ed è inoltre molto leggera (pesa meno di 7 chilogrammi).

Prezzo e data di uscita

Valutando quello che è in grado di fare, Bean ha un prezzo vantaggioso. Ai primi backers, i sostenitori del progetto su Kickstarter, la stampante è stata venduta a 199 dollari (i costi variano a seconda delle soluzioni scelte). Bean, seguendo la tabella di marcia di Kudo 3D, inizierà ad essere consegnata a partire da gennaio 2018.

Contenuti sponsorizzati