SMART EVOLUTION

Molti più utenti riceveranno il Cashback: ecco perché

Bancomat Spa aveva sbagliato: recuperate molte transazioni valide di dicembre, che succede adesso?

I tanti utenti che ancora oggi lamentano ritardi nella contabilizzazione delle transazioni valide ai fini del Cashback non hanno tutti i torti. Oltre al corposo “refresh" della sezione Portafoglio dell’app IO, avvenuto a cavallo tra il 20 e il 21 gennaio, ora PagoPA ne annuncia un altro.

La società che gestisce il “Centro Stella dei pagamenti elettronici“, cioè il sistema informatico attorno al quale ruota tutto il Cashback, ha infatti annunciato di aver recuperato molte transazioni precedentemente non conteggiate. Si tratta di operazioni effettuate con le carte Bancomat, nei giorni 18 e 29 dicembre 2020. Si parla, quindi, del Cashback di Natale che andrà in pagamento entro il 1 marzo e non di quello ordinario semestrale. L’errore, dice PagoPA, è stato di Bancomat Spa.

Cashback: cosa è successo il 18 e 29 dicembre

In un comunicato stampa PagoPA precisa che “Nell’ambito delle attività di monitoraggio e verifica dei flussi di pagamento effettuati nel mese di dicembre 2020 tramite strumenti di pagamento elettronici attivati per la fase sperimentale del Cashback, Bancomat S.p.A. ha rilevato un’anomalia tecnica che – per le giornate del 18 e del 29 dicembre – ha comportato la mancata acquisizione di alcune transazioni a circuito PagoBANCOMAT“.

In quei giorni, come in molti ricorderanno, il sistema Cashback era ancora in piena fase di rodaggio e gli utenti lamentavano un forte ritardo nella visualizzazione delle transazioni su IO.

Il 18 dicembre, poi, non era stato ancora chiarito il fatto che le carte Bancomat andavano registrate su IO anche nel circuito Maestro altrimenti non sarebbero state conteggiate le transazioni relative ai pagamenti contactless.

Il 29 dicembre, invece, fu uno dei giorni alla corsa alla transazione in modo da raggiungere i 10 acquisti validi, necessari a far scattare il Cashback di Natale.

Cashback: i nuovi conteggi

Alla luce di quanto successo il 18 e 29 dicembre, della successiva “rettifica" di Bancomat Spa e dell’ultima nota di PagoPA deriva il fatto che più persone ora potranno ricevere il Cashback di Natale e che qualcuno riceverà un rimborso più alto.

A seguito di questo aggiornamento – spiega PagoPA – alcuni partecipanti al programma potrebbero vedersi riconoscere il diritto a ricevere il rimborso dell’Extra Cashback di Natale (raggiungendo, cioè, la soglia minima delle 10 transazioni necessarie) o, in altri casi, potrebbero avere diritto a un rimborso di importo superiore a quello già notificato“.

Chi e quanto si saprà solo nei prossimi giorni, quando i partecipanti interessati da questi riconteggi vedranno la propria situazione aggiornata nella sezione Portafoglio dell’app IO (all’interno della sezione del Cashback di Natale).

Anche questi rimborsi, conclude PagoPA, verranno erogati a fine febbraio-inizio marzo come tutti gli altri.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963