google chrome Fonte foto: Jeramey Lende / Shutterstock.com
TECH NEWS

Chrome, la nuova funzione rende il PC più veloce: come provarla

Gli sviluppatori di Google Chrome hanno inserito una nuova funzionalità che permette di bloccare le finestre del browser che non si utilizzano. Come funziona

16 Ottobre 2019 - Google sta attualmente testando una nuova funzione da implementare sul browser Chrome che permetterà di liberare la memoria RAM ottimizzando il funzionamento del computer. La funzione è stata notata in Google Chrome Canary, la versione Alpha del celebre browser rivolta agli sviluppatori web.

Una versione Alpha particolare perché aperta a tutti e progettata in modo che gli utenti possano contribuire allo sviluppo di Chrome. Attualmente la funzione non è disponibile per tutti, ma esiste un trick per richiamarla e visualizzarla in anteprima. Non è ancor chiaro se questa inedita funzione debutterà sulla prossima versione di Chrome, si tratta di una funzione avanzata dedicata principalmente agli amanti del multitasking e che potrebbe apparire un po’ ostica per molti utenti perché complessa da gestire.

La feature “Tab Freeze”

Chrome non gode di particolare simpatia tra chi è solito tenere aperte contemporaneamente più e più schede di navigazione. Maggiori sono le schede aperte, maggiore è l’impatto sulle risorse del sistema, con il risultato di rallentare il lavoro del computer a causa dell’occupazione della memoria RAM. La nuova funzione “Tab Freeze” permette di bloccare le schede in background evitando così di impegnare memoria RAM a vuoto.

“Tab Freeze”: come funziona

La nuova funzione per ora può essere richiamata solamente tramite la barra degli indirizzi. Digitando chrome://flags/#proactive-tab-freeze si può accedere alla nuova impostazione che permette di “congelare” le schede rimaste aperte in background da più di cinque minuti. Non solo, per la gioia degli amanti del multitasking, è possibile selezionare anche l’opzione “Enabled Freeze – Unfreeze 10 seconds every 15 minutes” per impostare il risveglio delle schede aperte di Chrome in background ogni 15 minuti e per un massimo di 10 secondi. Questa opzione è utile per continuare a mantenere le schede attive qualora si abbiala necessità di ricevere notifiche (ad esempio dal proprio indirizzo di posta elettronica), oppure per agevolare eventuali attività di sincronizzazione. Infine, dopo aver attivato la funzione “Tab Feature”, digitando sempre sulla barra degli indirizzi chrome://discards è possibile gestire le schede “congelate”.

Per il momento la nuova funzionalità è disponibile solo nella versione Alpha di Google Chrome e sarà necessario un lungo periodo di prova prima di vederla sulla versione ufficiale del browser.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963