batteria-carica Fonte foto: Nor Gal / Shutterstock.com
HOW TO

Come calibrare la batteria del laptop e aumentare la durata

A lungo andare l'indicatore di carica restante sul nostro computer potrebbe non funzionare a dovere, per risolvere questo problema basta calibrare la batteria

27 Novembre 2017 - Con il passare del tempo c’è la possibilità che la batteria del laptop inizi ad avere dei problemi. Per esempio può capitare che una volta raggiunto il 50% o il 30% di autonomia il notebook si spenga in automatico. Creandoci non pochi problemi sul lavoro o mentre usiamo il PC per svagarci.

Un diminuire delle prestazioni della batteria del computer nel corso del tempo è normale. Anche se stiamo molto attenti nel gestire al meglio le ricariche del computer portatile. Così come è normale che le stime di autonomia restante, presenti nell’icona della batteria visualizzata sullo schermo del nostro notebook, a lungo andare non siano più realmente affidabili. Per risolvere questo problema e aumentare l’autonomia del nostro device dobbiamo calibrare la batteria del laptop. Si tratta di un’opzione semplicissima da compiere su dispositivi Windows 10, ma funzionerà anche su Mac e praticamente su qualsiasi macchinario dotato di una batteria.

Come calibrare la batteria

Il primo consiglio per non rovinare troppo in fretta la batteria del nostro notebook è quello di metterlo in ricarica quando l’autonomia restante è compresa tra il 20% e il 10%. Aspettare che il laptop si scarichi completamente prima di attaccarlo alla spina della corrente infatti aumenterà le probabilità che insorga un problema di autonomia. Alle volte il problema non sta nella batteria del nostro computer ma nell’indicatore presente sullo schermo. Questo può informarci che abbiamo ancora il 50% di carica quando in realtà siamo sotto il 10%. In questo caso è molto probabile che il PC si spenga all’improvviso creandoci diversi problemi. Per evitare questo ci basta fare una calibratura della batteria. Alcuni produttori installano degli strumenti che eseguono per noi la calibratura. Se nel nostro computer queste utility non sono presenti possiamo farlo manualmente. Per prima cosa ricarichiamo la batteria del dispositivo fino al 100%. A questo punto lasciamo il computer acceso per circa due ore, possiamo usarlo ma a basso regime perciò evitiamo programmi che lo surriscaldino. Dopo un paio d’ore accediamo alle impostazioni di risparmio energetico e impostiamo l’ibernazione automatica quando il device raggiunge il 5% restante. A questo punto stacchiamo il laptop dalla spina e lasciamolo arrivare in automatico fino al 5% di batteria restante fino a quando si ibernerà. Attenzione, su alcuni dispositivi il limite di carica restante per l’ibernazione è il 6 o il 7%. Fatto questo potremo ricaricare il computer. In questo modo allungheremo la batteria del laptop e avremo ricalibrato l’indicatore di autonomia restante. E eviteremo spegnimenti improvvisi.

Contenuti sponsorizzati