Libero
HOW TO

Come liberare spazio su Google Drive in 4 semplici mosse

Si fa presto a esaurire i 15GB gratuiti di Google Drive: ecco come liberare spazio per utilizzare al meglio il servizio di cloud storage

Liberare spazio Google Drive Fonte foto: Nopparat Khokthong / Shutterstock.com

Google Drive è il servizio di cloud storage di Google e consente di salvare in cloud file di qualsiasi tipo, avendo sempre un backup disponibile a cui accedere, da qualsiasi dispositivo. Via browser o tramite le app di Google Drive, basterà effettuare il login con il proprio account Google per poter accedere a tutti i propri file.

Lo spazio disponibile su Google Drive, però, non è illimitato. Ogni account Google presenta 15 GB di spazio gratuita. Questo spazio non è utilizzato solo da Google Drive ma anche da Gmail, con gli allegati di posta, e Google Foto, con foto e video archiviati tramite l’app. Anche il backup dei propri dispositivi incide sullo spazio disponibile.

Ecco, quindi, come liberare spazio su Google Drive in 4 semplici mosse accessibili, senza problemi, a tutti gli utenti.

Svuotare ogni tanto il cestino 

La prima cosa da fare è svuotare il Cestino di Google Drive. I file eliminati da Drive, infatti, non vengono cancellati immediatamente ma, dopo l’eliminazione, vengono spostati nel Cestino, continuando a occupare prezioso spazio di archiviazione.

Di tanto in tanto, quindi, è utile svuotare il Cestino di Google Drive. Per farlo, è possibile accedere al servizio via browser web (drive.google.com) e poi scegliere Cestino > Svuota Cestino. La stessa procedura può essere eseguita anche tramite l’app di Google Drive.

In questo caso, su Android, bisogna accedere al menu laterale dell’app e poi scegliere Cestino > Svuota Cesino. Su iPhone e iPad, invece, bisogna andare in Menu (il tasto con le tre linee orizzontali) e poi scegliere Cestino > Altro > Svuota cestino.

Ordina ed elimina i file di grandi dimensioni 

Nella maggior parte dei casi, lo spazio di Google Drive viene occupato da pochi file di grandi dimensioni. Salvare questo tipo di file in Drive può essere una mossa poco conveniente, considerando lo spazio ridotto disponibile.

Per questo motivo, per liberare spazio su Google Drive può essere utile eliminare i file di grandi dimensioni dal cloud e spostarli sulla memoria interna del proprio dispositivo oppure su di un supporto di memoria esterno, come una chiavetta USB.

Per individuare i file di grandi dimensioni presenti su Google Drive è sufficiente accedere alla versione web del servizio e poi premere sulla freccia azzurra presente accanto all’indicazione relativa allo spazio occupato da Google Drive.

A questo punto si aprirà una nuova finestra con tutti i file presenti su Drive che saranno ordinati in base allo spazio occupato. In questo modo, l’utente può individuare subito i file grand da eliminare da Drive, in modo da liberare spazio prezioso.

Poco spazio? Coinvolgi Dropbox o OneDrive

Un altro “trucco” per liberare spazio su Google Drive è rappresentato dalla possibilità di spostare parte dei file presenti sul servizio di cloud storage di Google su altri servizi come Dropbox e OneDrive (ma va bene affidarsi a qualsiasi servizio simile scegliendone uno tra i migliori servizi cloud).

Chi utilizza Google Drive come servizio di cloud storage principale, quindi, può spostare i file che non usa spesso su un altro servizio. In questo modo, ci sarà più spazio libero su Drive da utilizzare per l’archiviazione di altri file.

Si tratta di una soluzione molto utile: lo spazio in cloud del proprio account Google è utilizzato anche dal backup di foto e video di Google Foto e dagli allegati di Gmail. Ogni MB è, quindi, prezioso. Se un file non è necessario può essere spostato su un servizio cloud “secondario”.

Compra spazio extra

Google consente di incrementare lo spazio in cloud disponibile per il proprio account. Per farlo è sufficiente attivare uno dei piani di abbonamento di Google One. A disposizione degli utenti ci sono i seguenti piani mensili:

  • 100 GB con un costo di 1,99 euro al mese
  • 200 GB con un costo di 2,99 euro al mese
  • 2 TB con un costo di 9,99 euro al mese

Per risparmiare, invece, è possibile scegliere uno dei piani annuali:

  • 100 GB a 19,99 euro all’anno
  • 200 GB a 29,99 euro all’anno
  • 2 TB a 99,99 euro all’anno

Una volta attivato uno dei piani di Google One, quindi, lo spazio di Google Drive aumenterà immeritamente e sarà possibile salvare ancora più file in cloud.