HOW TO

Come migliorare il Wi-Fi e navigare alla massima velocità

Se hai problemi di velocità di connessione con il Wi-Fi esistono diversi trucchi che permettono di migliorarne la stabilità. Ecco quali sono

Il Wi-Fi può trasformarsi nel peggiore degli incubi se la velocità della connessione è sempre molto lenta. Nonostante l’abbonamento alla fibra ultra-veloce e un modem top di gamma, può capitare di non riuscire a vedere un film su Netflix o una puntata su Amazon Prime Video senza avere problemi di buffering. Per non parlare dei videogame online: praticamente impossibile giocare con i propri amici non avendo una connessione stabile e veloce. Cosa fare per risolvere i problemi al Wi-Fi e migliorare la velocità della connessione?

Esistono dei semplici trucchi e consigli da seguire per tentare di trovare una soluzione. La prima cosa da fare è cercare di individuare il problema, che in questo caso è la velocità di connessione. Quanto è limitata? Quale è il picco massimo che si raggiunge? Il problema riguarda l’intera giornata o ha dei picchi in alcuni momenti precisi quando il numero di utenti connessi è molto elevato? Per dare una risposta a tutte queste domande è necessario fare lo speed test e ripeterlo per più volte al giorno. Una volta individuato il problema, si può tentare di risolverlo. Ecco come aumentare la velocità del Wi-Fi.

Come fare lo speed test

Partiamo dalla fase zero: capire quanto va piano il Wi-Fi. Se abbiamo un abbonamento per una connessione alla fibra super-veloce, ma la velocità massima che si riesce a raggiungere è inferiore a quella dell’ADLS, allora vuol dire che c’è un problema. E le cause possono essere diverse: troppa lontananza dalla centralina telefonica (e in questo caso non c’è soluzione), oppure il modem posizionato male o di scarsa qualità.

Per testare la velocità della connessione è possibile utilizzare uno dei tanti tool presenti online. Basta digitare “speed test” su un qualsiasi motore di ricerca per trovare tantissimi siti che offrono questo servizio. Il nostro consiglio è di effettuare il test in diversi momenti della giornata, in modo da capire quando la velocità è maggiore e quando è minore.

Posizionate correttamente il router

Una della cause più probabili della bassa velocità del Wi-Fi potrebbe essere il router. La prima cosa da verifica è il suo posizionamento: se è troppo lontano dal dispositivo che utilizziamo più spesso o è vicino a un muro, la velocità del Wi-Fi ne risente enormemente. Cosa fare in questi casi? Sono diverse le soluzioni.

La prima e più semplice è quella di cambiargli posizione, mettendolo al centro dell’abitazione o dell’ufficio e di indirizzare al meglio le antenne del router. Questo ultimo aspetto viene spesso dimenticato, ma è molto importante posizionare al meglio le antenne per coprire tutte le stanze.

Inoltre, fate molta attenzione se nelle vicinanze del router sia presente qualche altro dispositivo che può creare delle interferenze con le onde radio.

Infine, se tutti questi stratagemmi non hanno funzionato c’è la soluzione finale: acquistare un nuovo router che garantisce una maggiore velocità del Wi-Fi e una maggiore copertura.

Wi-Fi extender, la soluzione ideale?

Se avete problemi nello spostare il router, esistono dei dispositivi che permettono di estenderne il segnale. Il loro nome è abbastanza esplicativo: Wi-Fi extender e servono proprio per coprire le zone più nascoste della casa o dell’ufficio dove il Wi-Fi non riesce ad arrivare.

Ne esistono di diversi tipi e con prezzi molto differenti tra di loro: a seconda delle proprie necessità e della zona che bisogna coprire si può scegliere il modello che meglio si adatta alle proprie necessità.

Un’alternativa costosa al Wi-Fi extender è l’installazione di un sistema mesh. Si tratta di una delle soluzioni innovative più in voga e assicura una velocità costante, ma bisogna avere il budget necessario per acquistare tutti i dispositivi.

Utilizzare il cavo Ethernet

Se proprio non si riesce a trovare una soluzione efficace per migliorare la connessione del Wi-Fi non resta che l’ultimo tentativo: utilizzare un cavo Ethernet. La connessione sarà sicuramente più stabile e veloce, ma di sicuro non sarà possibile coprire tutta l’abitazione. E dispositivi come gli smartphone non possono di certo utilizzare il cavo Ethernet per connettersi a Internet.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963