Libero
smartphone pieghevole Fonte foto: Geewon Jung / Shutterstock
ANDROID

Come sarà lo smartphone pieghevole di Oppo

Oppo sarebbe pronta a debuttare nel mercato, in ascesa, degli smartphone pieghevoli: ecco come sarà secondo gli ultimi rumor

Il futuro degli smartphone sembra sempre più obbligato a passare dai pieghevoli. Probabilmente i prodotti con il form factor tradizionale, “rigido", non spariranno mai del tutto, ma il fascino e la flessibilità d’uso dei pieghevoli insieme alla riduzione dei prezzi hanno fatto crescere l’interesse verso questa tipologia di prodotti.

E di pari passo alle attenzioni, crescono anche le quote di mercato degli smartphone pieghevoli, quindi i produttori non possono rimanere indifferenti verso un trend chiaramente in ascesa. Tra gli ultimi ad averne preso coscienza sembra esserci Oppo, che secondo le indiscrezioni è al lavoro su uno smartphone pieghevole. Sembra che lo sviluppo sia partito diverso tempo addietro, quindi che ormai i passaggi da completare siano quelli dell’ufficializzazione e dell’avvio delle vendite. Tuttavia di informazioni sullo smartphone pieghevole di Oppo non ne sono arrivate molte prima d’ora, ma adesso rimedia un rumor che ne anticipa parte delle caratteristiche.

Come sarà il pieghevole di Oppo

Secondo l’informatore Digital Chat Station, che più di una volta ha fornito delle anticipazioni che si sono rivelate attendibili, lo smartphone pieghevole di Oppo ricorderà Huawei Mate X2. Il display OLED principale arriverà dagli stabilimenti del primo produttore cinese, Boe, avrà una diagonale compresa tra i 7,8 e gli 8 pollici, una frequenza di aggiornamento di 120 Hz ossia il “minimo" che si possa proporre oggi sul mercato, e una risoluzione Full HD+, più che sufficiente per l’utilizzo in mobilità.

Ci sono ancora dubbi sulla fotocamera frontale per videochiamate e selfie: ci sarà, avrà 32 megapixel, ma non è ancora chiaro come verrà implementata, se in modo tradizionale e cioè con un piccolo notch o in un piccolo foro all’interno del display, o sotto lo schermo come su Galaxy Z Fold3 (in foto di apertura), una soluzione avveniristica ma che ancora sottopone ai produttori delle sfide importanti in termini di progettazione, specie se non si vuole rinunciare troppo alla qualità di scatto.

In tema di fotocamere, come al solito saranno rilevanti quelle posteriori. La principale, secondo i rumor, sarà una Sony IMX766 con una risoluzione di 50 megapixel; non sembra in dubbio la presenza di un secondo sensore ultra grandangolare, mentre lo è quella di una terza fotocamera, magari un obiettivo zoom o (più probabile) macro. Il lettore di impronte digitali sarà sistemato sul profilo dello smartphone pieghevole, quindi sul telaio. L’interfaccia utente sarà come da tradizione la ColorOS di Oppo, in versione 12 realizzata sulla base di Android 11.

Quando arriva il pieghevole di Oppo

Se le anticipazioni dell’informatore sono corrette, la presenza di Android 11 suggerisce una presentazione del pieghevole di Oppo entro fine anno o al più tardi a inizio 2022, dal momento che ci si aspetta che a breve l’interfaccia utente degli smartphone del produttore cinese, la ColorOS, sarà basata su Android 12.

E l’adozione della nuova versione del sistema operativo di Google sarebbe ancor più importante per gli smartphone pieghevoli, dal momento che ci si aspetta che Android 12.1 arrivi con delle accortezze progettuali pensate proprio per i pieghevoli.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963