Un Animoji sullo schermo di uno smartphone
HOW TO

Come utilizzare su Android gli animoji dell'iPhone

Apple ha presentato un anno fa circa le Animoji su iPhone X, ossia le simpatiche faccine personalizzate in realtà aumentata, ecco come usarle anche su Android

Una delle funzioni innovative presentate da Apple con iPhone X nel 2017 sono stati gli Animoji. Se non le conoscete si tratta di simpatiche faccine animate, spesso raffiguranti animali o personaggi di fantasia, che grazie alla realtà aumentata simulano le espressioni del nostro volto.

Ovviamente, per un lungo periodo le Animoji sono rimaste un’esclusiva per i dispositivi iOS. Ora però è possibile utilizzare queste simpatiche e innovative faccine per comunicare su applicazioni e social media anche su Android. Ok, forse non sarà la funzione indispensabile che gli utenti con sistema operativo di Google invidiavano a quelli che possiedono un iPhone ma si tratta comunque di una simpatica novità che renderà più divertenti le nostre chat informali con amici e parenti. Ecco allora come riuscire in maniera molto semplice ad usare le Animoji anche su smartphone del robottino.

Come usare gli Animoji sul nostro smartphone Android

Diciamolo subito: su Android non useremo esattamente gli Anomoji, ma delle imitazioni pensate da sviluppatori terzi per sopperire a questa mancanza sui telefonini del robottino verde. Le Animoji originali infatti sono un’esclusiva per iPhone X, iPhone Xs e iPhone Xs Max perché si generano con i sensori di realtà aumentata e di riconoscimento del volto che i telefoni di Cupertino hanno. Si tratta di caratteristiche però che anche gli ultimi smartphone di casa Android possiedono, ecco perché alcuni sviluppatori hanno realizzato una controparte degli Animoji, che in pratica funzionano allo stesso modo di quelle di Apple. Lo strumento più efficiente e comodo da usare su Android per poter creare e condividere simpatiche Animoji, o se vogliamo semplicemente chiamarle faccine animate personalizzate, è Animoji for phone X +Live Emoji Face Swap Emoticon. Ok, il nome è abbastanza complicato e sicuramente gli sviluppatori non hanno avuto il dono della sintesi ma vi assicuriamo che usare quest’applicazione è molto più semplice che ripeterne il nome.

Una volta installata l’applicazione, che è totalmente gratuita su Google Play Store, lanciamola e verrà aperta in automatico la fotocamera frontale del nostro smartphone. A questo punto potremo scegliere i filtri preferiti da aggiungere al nostro avatar in stile cartoon. Potremo sia scattare una foto con filtri AR che registrare un piccolo video, in questo caso creeremo in automatico una GIF con la nostra Animoji. Una volta creata la GIF può essere condivisa con praticamente qualsiasi applicazione per la messaggistica.

Se Animoji for phone X +Live Emoji Face Swap Emoticon non dovesse soddisfarci a pieno potremo provare altre applicazioni simili e progettate per portare le Animoji su Android. Tutte funzionano allo stesso modo, si apre la fotocamera anteriore e si inizia a fare facce buffe mentre si scelgono i filtri da applicare al nostro avatar. Tra le varie alternative migliori per Android troviamo Supermoji e MSQRD (che consente anche di scambiare il volto con un altra persona).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963