Libero
Cosa sono i computer Chromebook, come funzionano, punti di forza e falsi pregiudizi Fonte foto: IOL
SMART EVOLUTION

Cosa sono i computer Chromebook, come funzionano, punti di forza e falsi pregiudizi

PROMO

Arriva in questi giorni sul mercato italiano il nuovo computer con sistema operativo ChromeOS di Samsung, il Galaxy Chromebook Go, uno di quelli che vengono di solito chiamati Chromebook.

Parliamo di computer che sono costruiti intorno al sistema operativo realizzato da Google, la cui architettura ruota intorno al browser di navigazione Internet Chrome. Questo tipo di dispositivi ha raccolto il favore del pubblico, in particolare negli Stati Uniti e in terra inglese, perché combinano buone prestazioni con prezzi molto competitivi.

La loro quota di mercato è esplosa negli ultimi due anni, in occasione della pandemia, passando dei circa 19 milioni di pezzi in circolazione di due anni fa ai 40 milioni di oggi, solo nell’ultimo anno la crescita è stata intorno al 35%.

Per capire come funziona un computer Chromebook bisogna immaginare uno smartphone Android che si è trasformato, per assumere le sembianze di un laptop. Il sistema operativo, il menù in cui ci si muove e molte delle funzioni disponibili sono infatti molto simili a quelle degli smartphone e dei tablet che sfruttano il sistema operativo di Google.

Come anticipato, il cuore di questo computer è nel browser Chrome, che attraverso l’uso delle estensioni permette di fare tantissime cose in modo particolarmente semplice e comprensibile da chiunque. Non è questa l’unica caratteristica, perché l’altro aspetto importante è la compatibilità con le applicazioni di Android, che permette di installare milioni di applicare con pochi clic.

I falsi miti su Android

Nonostante questo clamoroso successo commerciale che è stato riscontrato negli anni dai computer con il sistema operativo ChromeOS, Si sentono tantissimi falsi miti che riguardano questi prodotti, Una sorta di collezione di leggende metropolitane che però non trovano pieno riscontro nella realtà.

“Su Chromebook non vanno le app”

Questa è la prima obiezione che si sente spesso pronunciare da parte dei detrattori di questo tipo di computer, ma non ha alcun fondamento, perché anzi, come già anticipato i computer Chromebook sono compatibili con le applicazioni Android, la maggior parte di esse, ma vanno anche oltre perché grazie ad alcune applicazioni che fanno da ponte, è possibile installare anche app Windows.

In più, ormai da molto tempo, i computer Chromebook supportano anche Linux, Dimostrando una versatilità che pochi altri dispositivi possono vantare.

“Le app android non funzionano correttamente”

Anche questa è un’informazione che non trova un riscontro nella realtà, perché nella nostra prova abbiamo installato decine di app del mondo Android senza riscontrare alcun tipo di problema. Tutti i titoli più importanti sono perfettamente compatibili con il computer, a maggior ragione quelli che sono già stati utilizzati per essere mostrati sui tablet.

“L’hardware dei Chromebook non è il massimo”

Possiamo essere d’accordo sul fatto che queste proposte non adottano la migliore tecnologia possibile, non necessitano di soluzioni particolarmente potenti per funzionare, ma questo non è un punto a sfavore, anzi. Il motivo per cui non c’è bisogno di hardware pirotecnico risiede nel fatto che il sistema operativo è molto fluido e garantisce ottime prestazioni anche con componenti di fascia media. Questo aiuta a contenere drasticamente il prezzo di questi computer rispetto ad altri sistemi.

“I Chromebook funzionano solo online”

Questa è l’idea intorno a cui sono stati costruiti i computer inizialmente, ragion per cui la loro dotazione di memoria non è mai esagerata, perché nell’idea di Google questi dovevano essere terminali per i servizi cloud, senza particolari esigenze di potenza di calcolo né di storage. In realtà nel tempo i computer Chromebook  si sono evoluti, modificando questo aspetto grazie all’introduzione di nuove soluzioni, che permettono di scaricare i file e di lavorare in locale fino alla successiva connessione.

Un catalogo infinito di applicazioni

Bisogna sottolineare come questi computer possono accedere ad un catalogo infinito di applicazioni, anche del mondo Microsoft, perché l’azienda di Redmond è una delle più prolifiche nella creazione di applicazioni per il mondo Android.

Sfruttando la sua esperienza nel mondo degli smartphone, Google ha costruito questo sistema operativo intorno all’assistente vocale, che permette di fare velocemente tantissime cose semplicemente attraverso l’uso della voce.

Samsung Galaxy Chromebook Go raccoglie tutti questi tratti peculiari, aggiungendo il vantaggio di poter contare sull’ecosistema dei suoi prodotti, che rende semplicissimo, per fare un esempio, connettersi ad Internet quando non c’è il Wi-Fi.

Attraverso una procedura semplicissima che parte dal computer e si conclude sullo smartphone, è possibile infatti abbinare il proprio cellulare Samsung al Galaxy Chromebook Go, quindi si può accedere ad Internet sfruttando la connessione del telefono con un solo clic.

Sono molti i vantaggi nell’uso di un prodotto così semplice ed immediato, ma vorremmo concentrarci in particolare su quello della batteria di lunghissima durata, nel caso del Galaxy Chromebook Go dura oltre 12 ore con una singola carica.

Questo non è l’unico modello Chromebook del mondo Samsung, ci sono anche altri due prodotti oggi disponibili, il Chromebook 4 e il 4+, a seconda delle proprie esigenze e della propria disponibilità economica si può scegliere il modello più adatto.

Nei prossimi giorni vi racconteremo come sfruttare al meglio l’ecosistema Samsung, a cui è possibile accedere grazie alla promozione di Natale: Chi acquisterà un Galaxy S 21,1  Galay Z fold 3, oppure un Galaxy Z Flip 3, avrà in regalo Samsung Galaxy Chromebook Go fino al 20 dicembre.

Un motivo in più per sfruttare tutta la potenza e la semplicità dell’ecosistema Samsung.

 

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963