Libero
DIGITAL LIFE

Dalle farmacie agli ATM, la nuova vita degli esercizi di quartiere grazie al digitale

Dalle farmacie agli ATM, scopriamo come sono cambiati gli esercizi commerciali con il digitale

sumup Fonte foto: Sumup

La digitalizzazione in Italia sta cambiando gli esercizi di quartiere, trasformandoli profondamente. I punti vendita, rimasti invariati per tantissimi anni, stanno vivendo ora una vera e propria rivoluzione. Parliamo di farmacie che offrono la possibilità di fare spedizioni, edicole in cui saldare le bollette, ma anche ATM in cui pagare tasse e versare contanti che diventano elementi d’arredo urbano.

I pagamenti digitali giocano su questo versante un ruolo chiave. Nel 2022 le transazioni senza contanti sono aumentate del 19,6% rispetto al 2021 e di più del 140% rispetto al periodo pre-Covid. Di queste 8 su 10 avvengono con la modalità contactless, ossia tramite smartphone, carta o smartwatch con delle percentuali particolarmente alte nelle edicole. In questi esercizi commerciali si registrano inoltre scontrini molto bassi. Segno che i consumatori sono sempre più propensi a pagare anche i piccoli importi utilizzando gli strumenti digitali.

Ma la digitalizzazione non ha portato solo questo cambiamento. Da tempo infatti è iniziato un processo di ibridazione e servitizzazione del business con attività pronte a offrire numerosi servizi ai cittadini. Pensiamo, ad esempio, alla possibilità di inviare o di ricevere dei pacchi, di pagare le multe o ricaricare gli abbonamenti.

sumupFonte foto: Sumup

Un cambiamento evidenziato da SumUp, fintech nel settore dei pagamenti digitali, che rivela uno scenario di profondo mutamento per gli esercizi di quartiere.  “La digitalizzazione delle attività commerciali tradizionali – spiega Umberto Zola, Growth Marketing Lead di SumUp –  solleva una serie di temi legati alla possibilità di convertire alcune tipologie di business – dalla vendita di beni alla fornitura di servizi: da un lato, attività come edicole e tabaccai trovano nuova vita grazie all’innovazione, dall’altro diventano un punto di riferimento per intere comunità di cittadini. Pensiamo, per esempio, a territori rurali e montani in cui pagare le bollette o prelevare denaro sono attività che implicano spesso lunghi spostamenti: questa problematica può essere risolta con la diffusione di edicole e farmacie smart, dove all’interno della stessa attività commerciale coesistono negozio fisico e servizi digitali. SumUp ha anticipato questo processo, offrendo supporto ai merchant per una progressiva digitalizzazione degli esercizi commerciali: l’Ecosistema SumUp, infatti, offre al commerciante soluzioni in grado di trasformare il business da monoprodotto ad hub di servizi. Strumenti di pagamento semplici ed efficienti per un rapido abbandono dei contanti, come il POS mobile; ma anche prodotti come SumUp Cassa Pro, che consente di gestire in modo integrato qualsiasi attività, dall’elaborazione degli ordini all’accettazione di tutti i tipi di pagamento fino ad aggiornamenti in tempo reale su vendite e magazzino; o, ancora, il Conto Aziendale per inviare, ricevere e gestire denaro in maniera semplice”.

ATM per prelevare, versare e pagare

Il numero sempre minore di sportelli bancari sul territorio ha portato i cittadini ad avere necessità di accedere a diversi servizi finanziari tramite l’ATM. Queste strutture si sono quindi trasformate in hub di pagamento in cui prelevare e versare denaro, pagare le tasse, saldare le bollette oppure il Bollo dell’automobile, ma anche effettuare ricariche telefoniche oppure abbonamenti. Non solo: quando gli ATM non vengono più utilizzati esistono numerosi progetti di recupero e decorazione degli sportelli in grado di trasformarli in elementi di arredo urbano. Gli ATM dismessi diventano così spazi adatti per ospitare il verde pubblico, con vasi di fiori sospesi e rampicanti.

Edicole sempre più smart

Anche le edicole si trasformano, passando da chiosco in cui acquistare giornali e riviste a punto multiservizi in cui pagare bollette e multe, effettuare ricariche del telefono e farsi consegnare pacchi. Le edicole negli ultimi anni sono rinate proprio grazie al digitale, aprendo anche la strada all’abbandono del contante. Nel 2022 i pagamenti digitali hanno registrato una forte crescita, diventando anche gli esercizi con lo scontrino medio cashless più basso (22,3 euro).

La rivoluzione del tabaccaio

Sigarette o abbonamenti: i clienti dei tabaccai da anni pagano senza contanti, garantendo la crescita più elevata di transazioni cashless rispetto all’anno precedente (+138%). Questi esercizi sono al secondo posto per scontrino medio digitale ridotto (21,4 euro), superati solamente dai bar (14,9 euro). Non a caso fra le ipotesi della Manovra del Governo c’è quella di trasformare i tabaccai in un’alternativa agli sportelli delle banche per prelevare denaro.

Farmacie fra e-commerce e negozio

Partita con la pandemia, la digitalizzazione delle farmacie è un fenomeno in aumento. Sempre più esercizi infatti hanno scelto di implementare l’e-commerce. I clienti possono farsi recapitare i prodotti a casa o acquistare online e ricevere nel negozio. Al contempo nel 2022 le farmacie sono diventate il quarto settore per i pagamenti digitali con transazioni cashless in crescita rispetto all’anno precedente e uno scontrino medio digitale fra i più bassi (27,5 euro).

Le nuove librerie

Le librerie negli ultimi anni hanno trovato il modo di riconvertirsi e diventare punto di riferimento per intere comunità culturali. Non parliamo solamente di libri, ma anche di abbonamenti a cinema e teatro, biglietti dei concerti. Nelle librerie inoltre è presente il sistema click and collect: i clienti scelgono i prodotti su un catalogo online e ritirano in libreria. A testimoniare la spinta al digitale il trend delle transazioni contactless, che sono diventate il 74,8% di quelle senza contanti.

Contenuto offerto da SumUp.