hacker
SICUREZZA INFORMATICA

Emergenza falsi videogame: 900mila utenti infettati da malware

Secondo i russi di Kaspersky, i videogame piratati sono stati responsabili di svariati milioni di attacchi, finendo con l'infettare 900mila utenti nel solo 2018

14 Giugno 2019 - Scaricare giochi pirata gratis può far molto male, non solo alle software house che investono milioni e milioni di dollari per svilupparli, ma anche ai videogiocatori. È quanto afferma Kaspersky che, in una sua recente indagine, ha scoperto che le copie pirata dei videogiochi più famosi vengono usate sempre più spesso per veicolare virus, malware e tentativi di phishing.

Come sempre, e come è ben noto, i cybercriminali imbottiscono le versioni contraffatte dei software e dei contenuti multimediali più ricercati online con codice malevolo, sapendo che così i loro virus avranno ampia diffusione. E, così, negli ultimi 12 mesi Kaspersy ha contato 932.464 attacchi dagli hacker ai videogiocatori. Un numero in preoccupante crescita rispetto al passato. Parallelamente l’azienda ha scoperto un altro fenomeno allarmante: i nomi, i loghi e le grafiche dei brand del gaming più famosi vengono usati illecitamente per inviare email di phishing ai gamers.

Quali sono i giochi più infetti

Più il gioco è famoso, più esso è preso di mira da chi vuole distribuire malware. Il 30% degli attacchi intercettati da Kaspersky proveniva da copie pirata di Minecraft, seguito da GTA 5 e The Sims 4. Allarmanti anche i dati relativi ai videogiochi, anch’essi piratati, distribuiti in pre-release: l’80% degli attacchi riguarda FIFA 20, Borderlands 3 e Elder Scrolls 6.

Il phishing ai danni delle piattaforme online

Gli attacchi di phishing contro i giocatori si concentrano sulle piattaforme di gaming online alle quali gli utenti devono accedere tramite autenticazione. Gli hacker inviano email truffa ai videogiocatori imitando loghi e grafica ufficiali delle piattaforme e invitandoli a fare il login con i propri dati. I phinshing a finto marchio EA Origin nel 2018 erano al massimo 500 al giorno, oggi si viaggia sui 1.500-2.000 al giorno. Steam, che si stima sia la più grande piattaforma di distribuzione di giochi digitali, è passata dai 1.000 attacchi al giorno del 2018 ai 2.000 costanti nel 2019. Il maggior numero giornaliero di utenti colpiti nel 2019 fino ad oggi è 6.383, nel 2018 è stato di 4.175.

Come non prendere virus dai videgiochi

Nel caso del phishing, la raccomandazione di Kaspersky è di controllare accuratamente il messaggio (in particolare l’indirizzo email del mittente) in cerca di indizi sulla reale identità di chi ci scrive per chiederci di fare l’accesso. Nel caso dei videogames pirata, invece, c’è poco da fare: non bisogna cadere in tentazione perché il rischio di prendersi un bel virus è altissimo.

Contenuti sponsorizzati