firefox android Fonte foto: sdx15 / Shutterstock.com
APP

Firefox su Android, la fotocamera resta attiva quando blocchi il telefono

Da oltre un anno è presente un bug nell'app Android di Firefox che mette in pericolo i dati degli utenti. Ecco che cosa succede

Nonostante Mozilla sia una delle software house più attente alla privacy dei suoi utenti e nonostante il suo browser Firefox sia scelto da molti proprio perché ritenuto uno strumento più efficace di Chrome per difenderla, da esattamente un anno Firefox è affetto da un grave bug alla gestione della fotocamera.

Ma c’è di peggio: non solo Mozilla non lo ha ancora risolto, ma afferma anche che non lo farà prima di ottobre di quest’anno. Non si tratta di un bug da poco: quando un sito Web aperto in una tab di Firefox per Android ottiene dall’utente l’accesso a fotocamera e microfono, infatti, queste due componenti dello smartphone restano attive anche se l’utente cambia app o blocca lo smartphone. È assai probabile, in questo modo, che lo smartphone continui a trasmettere audio e video senza che l’utente se ne accorga e questo è un enorme problema di privacy che, però, Mozilla a quanto pare non ha intenzione di affrontare a breve nonostante la prima segnalazione di questo problema risalga a luglio 2019. Esattamente un anno fa.

Firefox per Android: perché la fotocamera resta accesa

In linea di massima è perfettamente comprensibile che la fotocamera resti accesa, almeno in alcuni casi. Ad esempio se stiamo usando una piattaforma di videoconferenza tramite Firefox potremmo aver bisogno di mettere il browser in secondo piano per aprire un’altra app o un documento. Oppure potremmo avere l’esigenza di bloccare lo schermo per spostarci da una stanza all’altra. In tutti questi casi ci può stare che la fotocamera resti accesa, nel primo caso è addirittura necessario. Tuttavia è altrettanto necessario che l’utente sia avvertito di tutto ciò perché, solitamente, la maggior parte delle persone dà per scontato che se metti un’app in background è come se la congelassi.

Perché gli utenti usano Firefox per le videoconferenze

Ci si potrebbe chiedere, a questo punto, per quale motivo dovremmo continuare a usare Firefox per fare ad esempio una videoconferenza su Zoom, se in realtà esiste l’app di Zoom. O di Microsoft Teams, di Skype e così via. Molti utenti preferiscono usare il browser per non installare un’ulteriore app e concederle l’accesso ai propri dati, al microfono e alla fotocamera, e perché ritengono il browser (specialmente Firefox) uno strumento più sicuro dell’app.

Mozilla, interpellata in merito a questo bug da ZDNet, ha affermato tramite un portavoce “Come nel caso delle app di conferenza dedicate, forniamo una notifica di sistema che consente alle persone di sapere quando un sito Web in Firefox accede alla videocamera o al microfono, ma riconosciamo che possiamo fare di meglio, soprattutto perché non è visibile quando lo schermo è bloccato“. Possono fare di meglio, ma non prima di ottobre quando arriverà la prossima versione del browser.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963