Libero
app fitness Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Google annuncia Health Connect: rivoluzionerà il fitness

Il nuovo servizio di Google e Samsung farà da hub per tutti i dati sul corpo, la salute e l'attività fisica degli utenti raccolti da app e dispositivi che oggi non comunicano tra di loro

Google e Samsung stanno mettendo a punto la piattaforma Health Hub in cui ognuno di noi potrà archiviare tutti i propri dati sanitari raccolti attraverso le app, sia per conservarli sia per confrontarli in un unico ambiente. In pratica i due colossi stanno sviluppando un Cloud protetto da una privacy rigorosa, che potrebbe anche aiutare un estraneo autorizzato (un medico) a effettuare una diagnosi clinica partendo anche da quei dati.

Ciò comporta che l’app di Google Fit si trasformerà nella più completa Google Health, con il tempo e a mano a mano che saranno raccolti i nuovi dati. La disponibilità di Health Connect è stata annunciata per il prossimo autunno. La salute è un tema prioritario e oggi, grazie alle tecnologie, abbiamo a disposizione moltissime informazioni sotto forma di dati digitali. Pensiamo alle smartband e agli smartwatch che raccolgono dati sulle nostre camminate, contano i passi e li convertono in chilometri percorsi e calorie bruciate; oppure monitorano il nostro battito cardiaco o la pressione sanguigna; oppure le bilance smart, che registrano il nostro peso e la percentuale di massa magra e massa grassa. Ma persino gli smartphone possono essere utili, grazie ad app per la dieta di terze parti che tengono traccia dei progressi fatti nel nostro duro cammino verso il peso forma. Una vera e propria montagna di dati che può essere elaborata da un algoritmo per elaborare un indice sintetico sulla nostra salute, oppure letta da un medico per mettere a punto la diagnosi e la cura. Ma solo se questi dati sono collegati tra loro, proprio come sta per fare Health Hub.

Health Connect: piattaforma collaborativa

In pratica Health Connect è una piattaforma e un’API (interfaccia di programmazione dell’applicazione) che offre agli sviluppatori un set di strumenti già pronti per sincronizzare i dati sulla salute degli utenti, raccolti da app e dispositivi Android diversi ma in maniera universale e attraverso standard comuni, concordati con la comunità degli sviluppatori.

Tradotto, vuol dire che finalmente i dati di salute e fitness possono essere condivisi tra piattaforme diverse e senza distorsioni o perdite di informazioni durante il passaggio. L’idea alla base di Health Connect è semplice: gli utenti devono solo accettare i termini del servizio e la privacy policy e la piattaforma inizierà a raccogliere le informazioni in un hub crittografato sul dispositivo degli utenti stessi.

Health Hub: privacy al centro

E’ chiarissimo a tutti che un servizio come Health Connect di Google e Samsung ha dei risvolti enormi in quanto a privacy ma, spiega Google, gli utenti avranno il pieno controllo sul tipo di dati di salute e fitness che condividono e con quali app li condividono. Potranno anche decidere di cancellarli (tutti o in parte) quando non più utili.

L’ambizione di Google è di raggiungere gli oltre 3 miliardi di utenti Android nel mondo con un unica integrazione al momento tra Fitbit, Google Fit e Samsung Health. Al momento del lancio, Health Connect supporterà oltre 50 tipi di dati in sei categorie: attività fisica, sonno, alimentazione, monitoraggio del ciclo mestruale, parametri corporei e e parametri vitali.

Health Connect è ora nella fase beta, aperta e accessibile a tutti gli sviluppatori Android e le collaborazioni vedono la partecipazione di altri partner come MyFitnessPal, Leap Fitness e Withings.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963