Libero
google nest hub 2 Fonte foto: Google
SMART EVOLUTION

Google farà uno Smart Display che diventa un tablet

Il prossimo prodotto smart di Google potrebbe arrivare a fine anno: si parla di un incrocio tra un tablet e uno smart display, ma non si sa ancora se userà Android o Fuchsia

Secondo una fonte che conosce bene i piani di Google, il prossimo Google Nest Hub sarà uno smart display con schermo rimovibile che potrà essere utilizzato come tablet. Sarebbe collegato alla base-altoparlante per restare, all’apparenza, un dispositivo display smart home dall’aspetto convenzionale. Lo riferisce 9to5Google che aggiunge che la sua fonte ha anche rivelato che il lancio dovrebbe avvenire entro quest’anno.

Non conosciamo però ancora tutti i dettagli di questo nuovo prodotto. Ad esempio non è chiaro quale sistema operativo potrebbe usare il nuovo Google Nest Hub, considerato che sarà anche un tablet non più agganciato al dock. Se guardiamo al Google Nest Hub più recente notiamo che è stato aggiornato al sistema operativo Google Fuchsia nell’agosto dello scorso anno, dopo aver eseguito in precedenza Cast OS, un sistema operativo basato su Linux. È stato un cambiamento che non ha intaccato la parte grafica e la UI, la User Experience, ma che ha riguardato solo il codice. Quindi, ricapitolando, il prossimo Nest Hub di Google sarebbe essenzialmente un tablet che può essere agganciato a un dispositivo domestico intelligente. La base può anche fungere da altoparlante e ricaricare il dispositivo.

Google Nest Hub: cosa fa

Google Nest Hub è lo smart display di Google Basato sull’Assistente Google che ci fa ascoltare musica in streaming, riprodurre podcast, conoscere il meteo, effettuare chiamate su Duo. Così come è possibile riprodurre in streaming contenuti da YouTube, Netflix, Disney+ e selezionare altri servizi e usando solo la voce per impartire i comandi.

Tra le funzioni esclusive di Google Nest Hub, probabilmente la più interessante è rappresentata dallo Sleep Sensing, il monitoraggio delle fasi di sonno tramite l’uso di un radar.

Per giungere a questa funzione è necessario posizionarlo nei pressi della zona di riposo cosicché il sensore possa registrare movimenti e respirazione di chi dorme per riconoscere le fasi del sonno e registrando eventuali disturbi. Il processo avviene grazie all’integrazione in Nest Hub 2 di Soli, un radar già visto sugli smartphone Pixel.

Soli, inoltre sfrutta le potenzialità delle air gesture nei pressi del dispositivo, senza necessità di sfiorare lo schermo integrato.

Smart display, non solo Google

Abbiamo visto altre aziende progettare soluzioni analoghe come ad esempio il Lenovo Smart Tab M10. Il tablet è dotato di una stazione di ricarica intelligente che lo tiene in posizione verticale lo trasforma in schermo e altoparlante smart.

Può captare una voce dall’altra parte della stanza, con una configurazione a doppio microfono e un chip di dedicato.

Google Nest Hub tablet: prezzi e disponibilità

Secondo la fonte di 9to5google questo ipotetico incrocio tra smart display e tablet firmato Google dovrebbe vedere la luce alla fine del 2022 ma non conosciamo ovviamente la timeline di distribuzione. Anche il prezzo è tutto da verificare.

Attualmente il Google Nest Hub 2 viene venduto a 99,99 euro, ma non ha lo schermo removibile con funzione di tablet. Considerate le necessarie modifiche tecniche sicuramente il prezzo finale sarà notevolmente più alto.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963