Google Maps per ristoranti Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Google Maps ti avvisa se il tassista allunga la strada

Google Maps introduce una funzione molto utile per chi prende il taxi: sarà possibile sapere quando l’autista aumenta il percorso truffando il cliente

11 Giugno 2019 - Google Maps sta vivendo un momento di grandi novità: risale a pochi giorni fa la notizia che presto verranno introdotti i tachimetri, mentre qualche mese fa è stato annunciato il servizio che permette di sapere se ci sono autovelox sul percorso. Alcune ore fa, c’è stato un interessante nuovo annuncio.

Il navigatore di Mountain View avviserà i clienti quando il tassista allunga la strada. In particolare, la notifica partirà quando il percorso sarà prolungato di 500 metri rispetto al percorso più breve trovato dall’app. Questa è una eventualità da valutare soprattutto se si prenota un servizio di trasporto privato in una città sconosciuta. In questi casi, può capitare che un autista poco onesto aumenti il numero di chilometri percorsi per guadagnare di più. Fortunatamente da oggi, proprio grazie a Google Maps non sarà più necessario controllare il percorso continuamente metro dopo metro, ma basterà tenere in tasca il cellulare e attendere l’eventuale notifica.

Il taxi allunga la strada: scoprilo con Google Maps

Come capire se il tassista allunga la strada? Fino a questo momento, usando Google Maps era necessario cercare il percorso sull’app, tramite la funzione indicazioni stradali, e tenere sotto controllo il percorso indicato dall’app, cercando capire eventuali imbrogli. Finalmente ora è possibile non farsi notare troppo dal tassista, e vivere la corsa in modo più spensierato.

Infatti, Google sta testando un sistema di avvisi pensato proprio per aiutare gli utenti che utilizzano il trasporto privato. La nuova funzione è stata scoperta da alcuni utenti indiani, che hanno segnalato l’apparizione della funzionalità sui propri dispositivi. Queste persone hanno preso delle corse in taxi, ma quando il guidatore allungava il percorso di 500 metri rispetto al previsto o comunque consigliato da Google (perché più corto, vantaggioso, poco trafficato etc.), l’applicazione iniziava a inviare delle notifiche che li avvisavano la vittima della truffa.

Aamir Siddiqui, Senior Editor di XDA Developers, ha fornito addirittura degli screenshot della nuova funzione. In base a questi ha dichiarato che dovrebbe avere due obiettivi. Il primo è quello di aumentare la sicurezza delle persone a bordo dei taxi, in questo caso lo screen mostra una funzione da attivare che si chiama “Stay Safer”. Selezionandola è possibile condividere in tempo reale il percorso con i propri contatti, che vengono addirittura avvisati anche quando si abbandona il percorso stabilito. Il secondo è evitare di essere truffati da tassisti poco onesti, soprattutto quando ci si sposta in una città o località sconosciuta.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963