Libero
google pixel 6 pro Fonte foto: Google
ANDROID

Google Pixel Fold non si farà: ecco perché

Google dice addio all’idea di realizzare uno smartphone pieghevole: ecco perché il progetto del Pixel Fold è stato abbandonato

Chi attendeva il primo smartphone pieghevole di Google convinto che sarebbe arrivato a breve rimarrà molto deluso. Big G ha deciso di abbandonare l’idea di un Pixel Fold da lanciare insieme alla nuova serie Pixel 6 e difficilmente arriverà nei primi mesi del 2022.

Il motivo che ha spinto Google a rinunciare al suo pieghevole starebbe nel grande successo ottenuto dai modelli della rivale sudcoreana Samsung. Il Galaxy Z Flip e il Galaxy Z Fold sono ormai arrivati alla terza serie e si rivelano degli ottimi smartphone foldable, mentre il modello pieghevole del colosso di Mountain View non sarebbe ancora al loro livello. A rivelare l’addio di Google ai suoi Pixel Fold è Ross Young di Display Supply Chain Consultants, che in un leak rivela come Big G avrebbe annullato l’ordine di componenti necessarie ad assemblare gli smartphone pieghevoli. Senza quelle parti, insomma, impossibile che i Pixel Fold vengano realizzati entro il 2021.

Google non farà il Pixel Fold

In molti attendevano la presentazione del sospirato Pixel Fold già insieme al Pixel 6 a fine ottobre, ma qualcosa è andato storto. Google ha presentato solo i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro, gli smartphone top di gamma che saranno in vendita in Italia nei primi mesi del 2022.

Gli indizi su un arrivo del primo smartphone pieghevole di Big G erano molti, a partire dalla versione stabile di Android 12L, dove L sta proprio per large screen, perché pensata per tablet e schermi pieghevoli che arriverà a marzo 2022. Altri leak provenivano dal codice dell’app Google Camera, che indicava il 2022 come data di rilascio del primo smartphone pieghevole.

L’ultimo leak però annuncia un cambio totale di rotta: il Google Pixel Fold non si farà. Il leaker Ross Young di Display Supply Chain Consultants spiega che Google ha annullato tutti gli ordini per le componenti necessarie alla costruzione dei suoi smartphone pieghevoli e non ci sono nuovi ordini fino alla prima metà del 2022. Questo significa una sola cosa: il Pixel Fold non verrà prodotto, almeno per ora.

Google rinuncia al Pixel Fold: il motivo

Dietro alla rinuncia di Google, che sembrava ormai sicura di volersi lanciare sul mercato dei pieghevoli, ci sarebbe la spietata concorrenza della rivale sudcoreana Samsung. I modelli Galaxy Z Fold 3 e Galaxy Z Flip 3 di Samsung sono degli smartphone pieghevoli con ottime caratteristiche, che il modello di Google non sarebbe riuscito a eguagliare.

I rumors sulle specifiche del Pixel Fold parlavano di uno schermo da 7,57 pollici con frequenza di refresh a 120 Hz e un chip Google Tensor, mentre la fotocamera rimaneva piuttosto modesta rispetto ai rivali. Big G avrebbe così pensato di non riuscire a battere Samsung, almeno per ora, e che i costi di produzione sarebbero stati troppo alti rispetto ai possibili profitti.

Un addio ai foldable da Google che molto probabilmente è solo un arrivederci: quando Big G penserà di poter realizzare un Pixel Fold competitivo lo vedremo sicuramente sul mercato. E intanto altri rumors parlano di nuove sfide a Samsung, con Apple che starebbe lavorando al primo iPhone pieghevole da presentare entro il 2025. Quel che è certo, è che il futuro degli smartphone è il foldable e le novità non mancheranno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963