Libero
la forza di gravità su marte Fonte foto: Shutterstock
SCIENZA

A quanto corrisponde la forza di gravità su Marte

Uno degli argomenti più interessanti riguardo lo studio dello Spazio è la forza di gravità su Marte: a quanto corrisponde e in che modo avviene la misurazione.

Nello studio dello Spazio e di tutto quello che lo riguarda, uno dei temi che hanno sempre affascinato l’essere umano è quello della forza di gravità, che determina il peso di un corpo. Essa varia molto, infatti, da pianeta a pianeta. Uno dei fattori che si sta studiando per la maggiore è la gravità su Marte, anche nell’ottica di una possibile futura colonizzazione del pianeta.

Lo studio della forza di gravità su Marte

Noto come il pianeta rosso, Marte è il quarto pianeta del sistema solare, misurando l’ordine di distanza dal sole, e viene studiato da tantissimi anni, in quanto è più simile alla terra rispetto a tutti gli altri presenti nel sistema solare. Questo lo rende anche un possibile pianeta da colonizzare, e tutte le missioni spaziali volgono in questo senso. Anche per questo si è reso molto interessante studiare la gravità di Marte.

La gravità su Marte

La gravità su Marte è infatti responsabile del cambiamento di peso di un corpo sulla sua superficie rispetto a quella della Terra. Tale peso si calcola infatti con il valore della forza di gravitazione che viene esercitata sulla sua massa. Ma se la massa dipende dalla tipologia di materia di cui il corpo è composto, nonché dalla qualità della stessa, ed è quindi uguale in qualsiasi luogo, il peso varia rispetto alla forza gravitazionale, che attira il corpo verso il pianeta su cui esso si trova. Dunque se sulla Terra tale forza è di 9,8 m/s2 per un grammo, su Marte, che ha una massa più piccola di quella della terra, l’accelerazione di gravità su Marte è di 0,377 g. Ciò significa che il peso di un corpo sul pianeta rosso è 2,65 volte in meno di quanto lo sia sul nostro pianeta. Questo accade perché la gravità su Marte è il 38% di quella della terra.

Effetti della gravità di Marte

La gravità di Marte, tra l’altro, è stata causa di una serie di eventi che segnano la storia del pianeta. A partire dal fatto che a causa di questa bassa gravità, esso non è riuscito a trattenere la propria atmosfera, disperdendola e rendendolo il pianeta inospitale che è oggi.

La nuova mappa del campo gravitazionale di marte

In tempi piuttosto recenti, Studio delle fluttuazioni orbitali di alcuni satelliti ha consentito di realizzare una nuova mappa della gravità su Marte. Questi satelliti, orbitando attorno al pianeta, hanno una traiettoria non uniforme, in quanto l’attrazione gravitazionale sulla superficie dello stesso non è uguale in ogni luogo, ma soggetta a leggeri cambiamenti. Grazie a questi studi un team di ricerca internazionale, sotto la guida del ricercatore Antonio Genova, ha analizzato tutto il pianeta, realizzando la mappa gravitazionale di Marte mai elaborata. Questa mappa riporta con cura le variazioni di gravità attraverso la rappresentazione con colori diversi. Per realizzarla sono stati elaborati dati raccolti in 16 anni. Hanno spiegato i ricercatori, questo lavoro ha consentito di mettere in luce delle anomalie gravitazionali di circa 100 km. La risoluzione di questa rappresentazione consente di delineare i cambiamenti della crosta del pianeta nella storia dello stesso.

Cosa racconta la gravità su Marte

La mappa della gravità su Marte ha quindi consentito di scoprire come vi sia stato, miliardi di anni fa, un sistema di canali interrati, che trasportavano acqua e sedimenti verso le pianure. L’anomalia gravitazionale potrebbe aver provocato una flessione della litosfera, che portò alla formazione dell’altopiano vulcanico di Tharsis.

Altra evidenza emersa dalle variazioni gravitazionali del pianeta, è l’esistenza di una parte liquida del nucleo. Non solo: È stato possibile verificare come in inverno, si solidifica un’importante quantità di anidride carbonica, che porta alla formazione di ghiaccio secco.

La colonizzazione di Marte: ipotesi e previsioni

Conoscere la gravità su Marte è importante anche al fine di studiare la possibile abitabilità del pianeta. D’altro canto la colonizzazione sembra essere ritenuta uno dei passaggi inevitabili nello sviluppo del futuro dell’umanità. Sebbene allo stato attuale senza adeguate protezioni la vita umana non è possibile, le caratteristiche di Marte sono quelle più vicine alla Terra rispetto agli altri pianeti. Tuttavia per il momento le ricerche non hanno portato ad una soluzione in questo senso, in quanto ci sono ancora troppi parametri non compatibili.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963