ho mobile Fonte foto: redazione
TECH NEWS

Ho Mobile, nuova funzione per spendere meno all'estero

Ho Mobile aggiorna l'applicazione e introduce il blocco di spesa per la navigazione dall'estero. Ecco come attivarlo sul proprio smartphone

22 Aprile 2019 - ho.mobile è uno degli ultimi operatori virtuali arrivati in Italia. È stato creato da Vodafone per contrastare l’arrivo di Iliad con le sue offerte super-convenienti. ho.mobile si appoggia sulla rete Vodafone, ma fissa dei limiti di velocità in download e upload ai propri clienti. In questi primi mesi di vita, il nuovo operatore virtuale ha ottenuto un buon successo, grazie anche alla presenza di un’applicazione dedicata tramite la quale è possibile effettuare le ricariche e controllare i contatori dei minuti e dei giga consumati.

Ora l’applicazione si aggiorna con una nuova funzionalità molto utile: il blocco spesa per la navigazione dall’estero. Di che cosa si tratta? Di un’importante funzionalità che permette di gestire il controllo della spesa quando si va all’estero. Come ben saprete, con la normativa “roaming zero” voluta dall’Unione Europea quando si va all’estero è possibile utilizzare una parte dei dati del proprio abbonamento per navigare su internet. L’ammontare dei giga dipende da una particolare formula decisa dall’UE. Superato il limite, si paga ogni singolo megabyte che si consuma. Per prevenire bollette esorbitanti, ho.mobile ha attivato sull’applicazione un blocco della spesa: raggiunti i 60 euro la navigazione si bloccherà in automatico.

Come attivare il blocco della spesa dall’app ho.mobile

La nuova funzionalità può essere gestita da ogni utente tramite l’applicazione di ho.mobile disponibile per Android e iOS. Per controllare se il blocco della spesa è attivo, bisogna aggiornare l’applicazione all’ultima versione disponibile e accedere con il proprio profilo. Premendo su “La mia offerta” e poi su “Blocco chiamate e dati” si accederà a una pagina dove sarà presente l’opzione per il blocco della spesa impostato a 60 euro. L’utente ha la possibilità anche di disattivare questa limitazione nel caso in cui abbia bisogno di continuare a navigare dall’estero.