huawei serie p50 Fonte foto: Framesira / Shutterstock.com
ANDROID

Huawei P50 avrà una fotocamera con sensore Ultra Vision

Huawei si prepara a lanciare forse già a marzo 2021 il primo smartphone della Serie P50: avrà una fotocamera top di gamma, con sensore Ultra vision e sistema di imaging rinnovato in toto

Huawei è ormai ai blocchi di partenza con il lancio dei nuovi P50. Come accaduto con i precedenti esemplari della serie P, a caratterizzare ancora una volta gli smartphone di punta dell’azienda cinese sarà la fotocamera; quest’anno il posto d’onore sarebbe riservato al sensore Ultra Vision e ad un sistema di imaging completamente rinnovato.

Huawei non è assolutamente nuova all’impiego di tecnologie d’avanguardia nel comparto foto/video dei propri telefonini di fascia alta e la nuova serie P50 sarà il primo smartphone senza Android. Già negli anni scorsi la casa produttrice cinese aveva precorso i tempi grazie all’introduzione di sistemi completamente innovativi come la Cine Camera, per la registrazione di video in alta qualità anche in condizioni di scarsa luminosità, o la fotocamera dotata di zoom periscopio, con una capacità d’ingrandimento da far impallidire i propri competitor. Risale invece al lancio di P40 l’implementazione di Ultra Vision, il sensore CMOS attualmente più ampio disponibile sul mercato.

Huawei P50, le novità della fotocamera

Secondo un noto tipster presente sulla piattaforma di microblogging cinese Weibo, Huawei P50 sarebbe in arrivo già da marzo 2021 – in accordo con i precedenti lanci della serie P durante il primo quarto dell’anno – con un sistema di imaging all’avanguardia e lenti prodotte ancora una volta da uno dei massimi esponenti del settore, ovvero Leica. L’approccio dell’azienda è simile a quello usato per Mate 40 Pro: sensore Ultra Vision, con color mapping RYYB, in grado di catturare il 40% in più di luce rispetto ai suoi competitor.

Il sensore supporta il pixel binning, in modo da poter ottenere pixel della dimensione di 2,44 μm, mentre l’impiego del Full Pixel Octa PD AutoFocus consente di sfruttare la messa a fuoco ultra rapida in qualsiasi condizione di luce. A questo si aggiunge un elemento completamente nuovo, la lente ultra grandangolare FreeForm che riduce la naturale distorsione delle immagini scattate con questa tipologia di obiettivi.

Huawei P50, probabili caratteristiche tecniche

Fotocamera a parte, già dallo scorso dicembre il tipster Steve Hemmerstoffer aveva condiviso tramite il suo profilo twitter un render CAD di quello che potrebbe essere il lato frontale del nuovo P50 Pro; in evidenza, il punch hole singolo della fotocamera dedicata ai selfie. Qualche informazione in più è giunta durante lo scorso dicembre dal leakster Teme, il quale si è soffermato sul comparto tecnico del modello base P50 e della versione Pro+.

Entrambi gli smartphone avrebbero a disposizione uno schermo dai bordi curvi e frequenza di aggiornamento a 120Hz, più piccolo da 6.6 pollici per P50 e leggermente più ampio, da 6.7", per P50+. Tutte e due le versioni dovrebbero poi montare un processore Kirin 9000, con una batteria da 4.300mAh e supporto alla ricarica veloce a 66W per il modello base e 4.300mAh con fast charge a 50W per quello avanzato.

In comune, invece, sarebbe sia il design in vetro e ceramica, il supporto completamente rinnovato alle gesture e l’EMU 11 basata sul sistema operativo Android 11. Ultimo dettaglio quello della fotocamera posteriore: per Huawei P50 la scelta sarebbe ricaduta su un modulo a quattro lenti, mentre per P50+ le lenti diventerebbero 5, tutti e due dotati di un potente zoom digitale da 200x.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963