biennale-innovazione Fonte foto: Web
PMI E INDUSTRIA 4.0

Il futuro del made in Italy passa dalla trasformazione digitale

Durante la terza edizione della Biennale Innovazione si è discusso delle opportunità e dei vantaggi che la digitalizzazione porterà al settore manifatturiero

4 Luglio 2017 - L’Industria 4.0 sta avendo successo anche nel nostro Paese. Dopo un’iniziale titubanza le PMI nostrane stanno investendo sulle nuove tecnologie. E per il terzo anno consecutivo all’evento Biennale Innovazione sono state analizzate le opportunità derivanti dai nuovi modelli di business 4.0 per il Made in Italy.

Protagonisti principali al dibattito, oltre alle imprese, le figure più importanti del settore ICT operanti in Italia. l’obiettivo dell’incontro e della ricerca svolta prima dell’appuntamento è stato quello di identificare benefici e criticità della trasformazione digitale in atto nelle imprese italiane. Particolare riguardo è stato dato al manifatturiero anche perché il nostro Paese in questo settore è la seconda nazione in Europa. Al tempo stesso, però, è anche uno dei rami industriali con un gap maggiore in termini di digitalizzazione e nuove tecnologie rispetto agli altri Paesi. Un gap che va colmato per non perdere una posizione di leadership anche a livello internazionale.

Lo Smact

Presenti al dibattito anche i nove rettori delle università del Nord-Est che si sono impegnati per la realizzazione dello Smact. Acronimo di Social network, Mobile platform & apps, advanced Analytics and big data, Cloud, internet of Things. Si tratta di un Competence Center delle Università delle Venezie che costituirà un ponte per mettere in relazione le imprese con gli attori dell’innovazione. E un nuovo Hub, chiamato Strategy Innovation Hub, è stato presentato da Carlo Bagnoli, professore di Innovazione Strategica della Ca’ Foscari. Si tratta di una nuova piattaforma per creare un confronto fisico e virtuale tra ricerca e azione, e quindi tra studenti e imprenditori. In un momento cruciale eventi come la Biennale Innovazione sono fondamentali per tracciare una strada da seguire per le PMI. Anche perché come dimostrano i numeri proporre dei finanziamenti senza aiutare le aziende a spendere i propri soldi non porta a una crescita. E senza crescita all’interno del contesto 4.0 non c’è modo per le nostre imprese di confrontarsi con la concorrenza internazionale.

Contenuti sponsorizzati