Libero
ANDROID

Il nuovo Gemini disattiva Google Assistant

Gemini è disponibile come app per Android ma il suo utilizzo comporta la disattivazione di Google Assistant dal dispositivo

icona google assistant Fonte foto: OpturaDesign / Shutterstock.com

Nei giorni scorsi, Google ha annunciato un rebrand per la sua AI Bard che ora si chiama Google Gemini, riprendendo il nome del modello AI svelato lo scorso dicembre. Il rebrand riguarda tutte le versioni di Bard ed ora Gemini è disponibile anche con un’app per smartphone e tablet Android.

L’app non è ancora disponibile in Italia, ma arriverà certamente perché Google lo ha già annunciato. Non sarà più necessario passare dal browser per accedere all’assistente AI di Google. L’utilizzo dell’app di Gemini, però, ha una conseguenza: la disattivazione di Google Assistant. Gli utenti saranno, quindi, chiamati a una scelta.

Gemini disattiva Assistant

Come riportato da Android Authority, l’installazione dell’app di Gemini comporta una rinuncia a Google Assistant. Una volta installata l’applicazione dell’assistente AI, infatti, tutte le gesture utilizzate prima per Assistant saranno assegnate a Gemini. Gli utenti hanno la possibilità di ripristinare l’assistente vocale di Google, ma rinunciando a Gemini.

Da notare, però, riaprendo Gemini manualmente sarà necessario ripetere la procedura di configurazione. Parte di questa configurazione è proprio la sostituzione di Assistant. Di fatto, quindi, si crea un loop che obbliga l’utente disattivare l’assistente di Google ogni volta che intende utilizzare Gemini.

L’unica opzione alternativa per usare Gemini su Android, oltre all’app e alla conseguente disattivazione di Google Assistant, è rappresentata dal browser web, collegandosi all’indirizzo gemini.google.com. Il browser, almeno per il momento, è la soluzione migliore per usare l’AI della casa americana sul proprio smartphone Android senza dover rinunciare ad Assistant. L’accesso via browser è, inoltre, disponibile anche da altri dispositivi.

Come usare Gemini Advanced

Gemini Advanced è la versione più completa e potente di Gemini ed è accessibile tramite l’apposito piano in abbonamento, denominato Google One AI Premium. Questo piano ha un costo di 21,99 euro al mese (con i primi due mesi di prova gratuita) e offre anche 2 TB di spazio di archiviazione in cloud.

Come tutti i piani a pagamento di Google One, anche Google One AI Premium permette a chi lo sottoscrive di attivare un gruppo famiglia, con al massimo 5 membri.

La condivisione, però, non riguarda Gemini Advanced. La nuova tecnologia di Google, infatti, è disponibile solo per l’utente principale, quello che ha attiva l’abbonamento Google One AI Premium. Gli utenti invitati a condividere i vantaggi della sottoscrizione, invece, non potranno beneficiare della versione più potente di Gemini ma dovranno accontentarsi della versione standard.

Gli altri piani a pagamento di Google One non consentono l’accesso a Gemini Advanced, quindi se due o più persone all’interno dello stesso nucleo familiare vorranno sfruttare l’AI avanzata di Google, allora dovranno pagare tutti 21,99 euro al mese a testa.