Libero
SCIENZA

Un’inquietante specie di squalo è emersa dal mare: il ritrovamento inaspettato

In Australia è stato scoperto uno squalo dalle caratteristiche davvero uniche, oltre che inquietanti, a partire dai denti simili a quelli umani

Il cinema ci ha offerto un’immagine ben precisa dello squalo. La saga ideata da Steven Spielberg è rimasta nella mente di molti, anche se gli esemplari che si possono incontrare in giro per il mondo sono spesso ben diversi. Ne è un chiaro esempio l’Australia, paese che ha a che fare con questi animali e in cui gli avvistamenti sono frequenti.

In questi giorni, per esempio, un pescatore della nazione oceaniana, tale Trapman Bermagui, ha voluto condividere online lo scatto della sua ultima scoperta. Si tratta di una persona che esplora gli abissi marini alla ricerca di biodiversità insolita e lo squalo in cui è imbattuto nei giorni scorsi lo ha decisamente sorpreso. L’aspetto di questo pescecane, in particolare, non può lasciare indifferenti.

Uno strano squalo che deve essere ancora identificato

Si sta parlando infatti di uno squalo dal sorriso che ricorda molto quello umano, dunque con denti non molto diversi dai nostri. Gli occhi, poi, sono di un colore intenso e di dimensioni eccezionali, come se l’esemplare fosse una sorta di cartone animato. L’incontro ravvicinato è avvenuto nel Nuovo Galles del Sud, più precisamente nella città di Trapman Bermagui, proprio come il nome del pescatore che ha dunque scelto uno pseudonimo. La specialità di questo professionista è quella di arrivare a diversi metri di profondità, utilizzando esche molto particolari che gli consentono di catturare pesci non certo comuni.

Nel caso dello squalo dal sorriso umano, la pesca è avvenuta a 650 metri di profondità. È la prima volta che si riesce a vedere così da vicino un animale tanto spaventoso, ma a questo punto una domanda sorge spontanea. Di che razza si tratta nello specifico? Il web si scatena immediatamente in situazioni del genere e la pubblicazione della foto non poteva essere da meno. Gli utenti social hanno provato a identificare meglio lo squalo e le ipotesi sono tutte al vaglio. Ad esempio, in molti sono sicuri del fatto che questo strano pescecane sia uno squalo sigaro, noto anche con un nomignolo più buffo, "squalo stampo da biscotti".

Le varie teorie sullo squalo "umano"

L’alternativa sarebbe quella dello squalo goblin (o "folletto"), il quale ha di solito una testa molto particolare e altre caratteristiche che lo rendono inconfondibile. Ha un certo seguito anche la teoria secondo cui si tratti di un Etmopterus, un genere di squali che sono stati ridenominati "lanterna". Il pescatore ha invece un’idea tutta sua.

L’animale che è riuscito a pescare non sarebbe altro che un centroforo pinnapiccola, capace di vivere senza problemi fino a mille metri di profondità marina. Ha un certo fascino, infine, una ricostruzione a dir poco interessante.

Tutte le ipotesi appena approfondite sono senza dubbio molto valide, però alcuni esperti si sono spinti addirittura oltre. Non sarà forse successo che il pescatore australiano si sia imbattuto in una specie nuova di zecca? Negli ultimi tempi non è raro scoprire animali di cui non si era mai avuta notizia e gli occhi e i denti di questo squalo del Nuovo Galles del Sud sono un indizio fin troppo ghiotto per pensarla in un altro modo. Serviranno di sicuro nuove analisi specifiche e probabilmente nei prossimi mesi si tornerà a parlare di questo strano esemplare.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963