Libero
GUIDE ALL’ ACQUISTO

IPhone 13 Pro, cosa è cambiato e cosa fa la differenza

Arrivano sul mercato i nuovi iPhone 13, che sembrano uguali ai precedenti ma in realtà introducono tantissime novità

 Luca Viscardi  Divulgatore e blogger di tecnologia

Conduttore radiofonico, blogger e scrittore. Da anni impegnato nella divulgazione della cultura digitale, è fondatore e Chief editor di MisterGadget.Tech

Quando Apple qualche settimana fa ha presentato i suoi nuovi iPhone 13, i più distratti hanno pensato che i nuovi smartphone fossero molto simili ai precedenti.

Se questo può essere vero dal punto di vista estetico, in realtà i nuovi iPhone nascondono moltissime novità sul fronte della tecnologia che non si vede, ma cambia drasticamente l’esperienza d’uso.

Li abbiamo provati in anteprima e abbiamo potuto sperimentare la qualità con cui sono stati costruiti, ma soprattutto quanto siano efficaci le innovazione che sono state introdotte a livello di fotocamera, display, processore e batteria.

La fotocamera

Quella dei sensori fotografici è probabilmente la novità più rilevante dei nuovi iPhone 13 Pro, basta mettere il nuovo modello accanto al precedente per notare come i sensori siano più grandi e più generoso sia anche lo spazio necessario per allocare le tre fotocamere.

Questo succede perché in effetti i componenti sono fisicamente più grandi, con sensori di dimensioni più generose, che hanno pixel più grandi, a cui si affianca anche una apertura focale superiore. Tutti questi termini tecnici altisonanti si traducono nel fatto che la nuova fotocamera funziona meglio quando c’è poca luce, con una migliore capacità di catturare immagini anche nell’oscurità, in un tempo più ridotto.

A queste novità si affiancano quelle del software, in grado di fare elaborazioni più sofisticate quando si girano dei video, sfruttando al massimo l’intelligenza artificiale: è stata introdotta una nuova modalità di ripresa chiamata cinematografica, capace di leggere automaticamente le immagini e riconoscere quale soggetto mettere a fuoco.

Molto carina l’opzione con cui si possono scegliere gli stili fotografici: significa che è possibile scegliere quale tipo di impasto dare alle proprie immagini, con una preferenza per i maggiori contrasti, piuttosto che i colori freddi, o all’opposto quelli caldi.

fotocamera iPhone 13 Pro

Display

Il nuovo iPhone 13 pro rinnova anche il display che ora è molto più luminoso e fornisce un’opzione che in molti telefoni è già presente da molto tempo, quella cioè della frequenza di aggiornamento più elevata. Per tradurre in modo semplice, il parametro in questione incide sulla fluidità delle immagini e da tempo negli smartphone Android si arriva fino a 120 Hz.

Apple aggiorna solo ora la sua tecnologia per abbracciare questo tipo di soluzione, ma lo fa in modo più sofisticato, perché la frequenza di aggiornamento è dinamica, in funzione dell’uso che si sta facendo del cellulare. Questa particolare possibilità riduce drasticamente il consumo di batteria da parte dello schermo.

Display iPhone 13 ProFonte foto: MisterGadget.Tech

Processore

Il nuovo processore A15 Bionic migliora le prestazioni del modello precedente, che ancora oggi sono ineguagliate da parte della concorrenza. Nessun processore alternativo oggi presente sul mercato riesce a superare le prestazioni di quello di Apple in circolazione ormai da un anno.

La versione rinnovata del microchip aumenta ulteriormente il divario con la concorrenza, migliorando in particolare la capacità di elaborare la grafica, ma anche e soprattutto quella di utilizzare l’intelligenza artificiale direttamente a bordo del dispositivo, senza la necessità di utilizzare il collegamento con la rete Internet.

Questo permette dei calcoli molto più sofisticati, quali ad esempio quelli che sono necessari per fare riprese in Dolby Vision, piuttosto che le elaborazioni in tempo reale fatte con la realtà aumentata.

iPhone 13 Pro dettaglioFonte foto: MisterGadget.Tech

La batteria

L’ottimizzazione del software, la migliore gestione dei consumi del processore, la componentistica aggiornata contribuiscono a migliorare la gestione energetica di iPhone 13 Pro, la cui batteria dura un’ora e mezza in più, mentre il modello Max aggiunge addirittura due ore e mezza rispetto al modello di un anno fa. La batteria tende un po’ a surriscaldarsi quando viene ricaricata in modalità wireless, ma tutto sommato è un fenomeno contenuto che non deve destare alcun tipo di preoccupazione.

Il prezzo

Nel corso dello scorso anno, iPhone 12 è stato in assoluto il singolo modello più venduto: tre delle sua quattro versioni  occupavano i primi gradini di un ipotetico podio tra i campioni del mercato. Questo nuovo modello, apparentemente simile al precedente, introduce invece così tante novità con un impatto così evidente sull’utilizzo di tutti i giorni da avere tutte le carte in regola per eguagliare, se non superare il successo del suo predecessore.

Siamo consapevoli del fatto che il prezzo iPhone 13 pro possa essere un ostacolo per molti, ma Apple ha reso più appetibile il suo smartphone più importante grazie ad un piano di finanziamenti facilitato, grazie a cui ora lo smartphone si può comprare anche a rate. Considerata la longevità media degli iPhone, oltre che la garanzia di aggiornamenti del software nel tempo, la differenza di costo può essere facilmente assorbita dalla prevedibile durata nel tempo di questo smartphone.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963