whatsapp Fonte foto: XanderSt / Shutterstock.com
TECH NEWS

La Commissione Europea boccia WhatsApp e preferisce Signal

La Commissione Europa ha consigliato ai suoi funzionare di utilizzare Signal al posto di WhatsApp, perché ritenuta più sicura

Le istituzioni europee hanno un problema di cybersicurezza e uno dei possibili metodi per risolverlo è usare il servizio di messaggistica istantanea Signal al posto di WhatsApp. Questa indicazione è apparsa sulle bacheche di messaggistica interne dei funzionari e dipendenti UE all’inizio di febbraio: “Signal è stato selezionato come applicazione consigliata per la messaggistica istantanea pubblica“.

Per la precisione, Signal è raccomandato in particolare per le comunicazioni tra il personale della UE e le persone al di fuori delle istituzioni. Il motivo alla base di questa scelta è principalmente di sicurezza: Signal ha delle funzionalità in più rispetto a WhatsApp (ma anche a Telegram, a dirla tutta) che se attivate rendono più sicure le comunicazioni e a minor rischio di intercettazione. Ma, allo stesso tempo, Signal potrebbe diventare un problema nel caso in cui le Forze dell’Ordine e la Magistratura abbiano necessità di accedere ad una conversazione. Recentemente è stato scoperto che diversi diplomatici e alti funzionari di Bruxelles venivano regolarmente spiati e nel 2018 è saltato fuori che una serie di cablogrammi delle conversazioni tra diplomatici UE erano stati hackerati.

Perché Signal è diverso da WhatsApp

In realtà WhatsApp ha le stesse identiche caratteristiche di sicurezza di base di Signal: usa infatti lo stesso protocollo di crittografia end-to-end per trasferire i messaggi, chiamato Open Whisper System (o, più comunemente, Signal Encryption Protocol). Signal, però, a differenza di WhatsApp è un’app open source e quindi il suo codice è liberamente visionabile da chiunque.

Sulla sua home page Signal vanta, tra i vari endorsement, anche quello di Matt Green, esperto di crittografia e professore associato di informatica al Johns Hopkins Information Security Institute: “Dopo aver letto il codice, ho visto una linea di bava che mi scorreva in faccia. È davvero fatto bene“. Signal, poi, offre agli utenti la possibilità di distruggere automaticamente le conversazioni dopo un tot di tempo, che può essere impostato in modo personalizzato per ogni singola chat. Infine, Signal afferma di non conservare sui suoi server alcun messaggio dopo la cancellazione.

Perché Signal potrebbe essere un problema

È chiaro che Signal, se usato bene, può rappresentare una garanzia di privacy e sicurezza in più rispetto a WhatsApp per i diplomatici e i funzionari europei. Ma non solo per loro: anche terroristi, trafficanti di armi e di droga, mafiosi di tutto il mondo, pedofili e criminali di ogni tipo possono trarre vantaggio dall’uso di Signal per scambiarsi messaggi criptati, che si distruggono da soli e che non possono più essere recuperati perché nessuno li conserva su un server.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963