Libero
TV PLAY

L’incredibile storia dell’isola delle rose: il film con Elio Germano

L’incredibile storia dell’isola delle rose è il nuovo film con Elio Germano, ecco di cosa parla e perché vederlo.

L’incredibile storia dell’isola delle rose è il film italiano uscito il 9 dicembre 2020 su Netflix. Grazie ad un cast stellare, una regia attenta e una trama davvero originale e curiosa ha già ricevuto ampio consenso di critica e pubblico.

Diretto da Sidney Sibilia (famoso per la sua trilogia Smetto quando voglio), si ispira ad una storia vera della cronaca italiana. Racconta infatti la vicenda dell’Isola delle Rose fondata dall’ingegnere e inventore Giorgio Rosa nel 1968, in un periodo storico particolare, caratterizzato dalle contestazioni studentesche nate dal bisogno di libertà ed evoluzione rispetto a regole considerate obsolete e limitanti. La pellicola intende quindi narrare in modo divertente ma ricco di spunti questo periodo. Nel film spicca proprio il personaggio di Giorgio Rosa, interpretato dal talentuoso attore Elio Germano. Accanto a lui troviamo un cast davvero interessante, composto da nomi del calibro di Matilda De Angelis e Luca Zingaretti.

L’incredibile storia dell’isola delle rose: trama

La storia dell’Isola delle Rose è talmente originale da sembrare un film. E infatti è stata riscoperta circa cinquant’anni dopo dal regista Sidney Sibilia che ha voluto raccontarla al pubblico di Netflix.

L’Isola delle Rose fu infatti effettivamente costruita nel 1968 e decretata "stato indipendente" dal suo inventore. Venne poi demolita nel febbraio 1969 ma sono bastati poco più di due mesi per renderla immortale e leggendaria.

Tutto ruota attorno al personaggio di Giorgio Rosa, ingegnere fuori dagli schemi interpretato da Elio Germano. Vive a Bologna nel 1968, anno importante perché caratterizzato dalle famose contestazioni studentesche in tutta Europa. Lui ama inventare oggetti incredibili, che puntualmente vengono sequestrati dalla polizia. Le regole iniziano a stargli strette e dopo un litigio con la sua fidanzata Gabriella (Matilde De Angelis) viene ispirato dalle contestazioni e decide di costruire un’isola in ferro e cemento a largo di Rimini.

L’isola viene proclamata Stato Indipendente, al suo interno vige solo una regola: la libertà individuale. Questo spazio inizia ad essere frequentato anche da personaggi importanti, complice l’arrivo della calda estate. L’Isola delle Rose diventa quindi famosa in tutta Europa, anche perché qui viene fondata una nuova lingua, l’esperanto. Il Presidente della Repubblica Giovanni Leone (Luca Zingaretti) all’inizio ignora questa strana trovata, ma quando la situazione si fa insostenibile optano per la decisione più drastica, mettendo fine al sogno di quella generazione.

L’incredibile storia dell’isola delle rose: dove guardare il film

Il film è originale Netflix e la piattaforma ha investito tanto per la sua realizzazione. Inoltre, è prodotto da Grøenlandia, società fondata da Matteo Rovere e Sibillia.

Il regista trovò per caso la storia mentre navigava online e fu "amore a prima vista". Decise di iniziare a lavorarci insieme alla sceneggiatrice Francesca Manieri. Naturalmente alcune parti della storia vera sono state romanzate, ma alla fine è nata una pellicola che incuriosisce su un evento reale fuori dal comune, destinata ad avere successo negli anni.

Netflix ha deciso di inserirla tra le novità di dicembre per chiudere l’anno con un po’ di divertimento e ottimismo.

Si può guardare quindi sulla piattaforma di streaming dal 9 dicembre 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963