linux Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Linus Torvalds annuncia il nuovissimo Linux 5.0

Linus Torvalds annuncia il rilascio di Linux 5.0, nuova versione del kernel del sistema operativo open source. Poche le novità, ma significative

5 Marzo 2019 - Novità in arrivo per gli amanti delle distribuzioni Linux. Nella giornata di oggi è stato infatti rilasciata la nuova versione del kernel (l’insieme di programmi e utility necessari a far funzionare un sistema operativo e, quindi, un computer) di Linux. Dopo tanti annunci e una lunga attesa vede la luce Linux 5, già disponibile per il download sul portale ufficiale gestito da Linus Torvalds, il papà del sistema operativo del pinguino.

L’annuncio è stato dato dallo stesso Torvalds in uno stile piuttosto anticonvenzionale. Il programmatore finlandese, che a inizio Anni ’90 aveva rilasciato la primissima versione del kernel, ha affermato che il passaggio da Linux 4 a Linux 5 è dettato dalla mancanza… di altre dita con cui contare. La versione precedente, infatti, era giunta alla release 4.21 e, come dice Torvalds, erano terminate le dita delle mani e dei piedi per continuare a contare. Per questo ha preferito mettere un punto alla vecchia linea di sviluppo e ricominciare da Linux 5.0.

Cosa c’è di nuovo in Linux 5

Come ammesso dallo stesso Linus Torvalds, le novità introdotte nella nuova versione del kernel Linux non sono moltissime. Anzi: si tratta di aggiustamenti minimi necessari per migliorare la stabilità del sistema operativo open source per eccellenza e aggiungere il supporto ad alcune componenti hardware lanciate sul mercato negli ultimi tempi.

Ad esempio, è stato aggiunto il supporto all’AMD Freesync, tecnica ideata dal produttore statunitense per migliorare le performance dei propri processori. Migliorato, invece, il supporto alle CPU Intel della famiglia Ice Lake. Per quel che riguarda i processori basati sulle tecnologie ARM (la totalità di quelli montati dagli smartphone, sia Android sia iPhone), infine, sono state aggiunte nuove funzionalità che migliorano la gestione dei consumi elettrici, favorendo così una maggiore efficienza energetica.

Sul fronte della sicurezza informatica, con Linux 5.0 viene aggiunto il supporto ad Adiantum, il sistema di crittografia ideato da Google che consentirà di proteggere i dati archiviati all’interno di dispositivi vecchi e poco performanti e per i dispositivi dell’Internet of Things.

Contenuti sponsorizzati