Libero
SCIENZA

Luna piena il 27 dicembre: dove e come godersi al meglio lo spettacolo

È l'ultimo, imperdibile appuntamento dell'anno: sta per tornare la Luna piena, con il suo spettacolo affascinante. Ecco come e dove guardarlo al meglio.

La Luna ci regala un ultimo, affascinante spettacolo prima della fine dell’anno: tra pochi giorni sarà infatti nella sua fase di plenilunio, brillando nel cielo notturno come una gigantesca palla luminosa. Basta alzare gli occhi all’insù per ammirare questa vista sensazionale, ma ci sono luoghi dove ci si può godere al meglio l’appuntamento con la Luna piena. Ecco dove e come fare per lasciarsi incantare dal nostro satellite.

L’ultima Luna piena dell’anno

Gia nell’antichità, i nostri antenati guardavano alla Luna rimanendone affascinati: il nostro satellite è da sempre uno dei principali punti di riferimento per l’uomo, e ancora oggi sono molte le tradizioni legate alle sue fasi. La Luna piena, in particolare, rappresenta un vero e proprio spettacolo al quale molti non vogliono rinunciare, alzando lo sguardo verso il cielo per poter ammirare questo brillante globo giallo che splende nella notte. Il plenilunio si verifica una volta al mese, ma mai nello stesso giorno: accade quando la Luna è esattamente all’opposto del Sole rispetto alla Terra, mostrandoci quindi per intero la sua faccia illuminata.

Stiamo per avvicinarci all’ultima Luna piena dell’anno, che chiude un ricchissimo calendario di eventi astronomici che hanno tenuto appassionati ed esperti con il naso all’insù. L’appuntamento è per il 27 dicembre 2023, quando il nostro satellite sarà completamente illuminato dai raggi del Sole. Viene chiamata anche Luna piena del Freddo: il nome deriva, come spesso accade, dai nativi americani che identificavano con esso il plenilunio che annuncia l’arrivo dell’inverno – e di conseguenza dei mesi più freddi dell’anno.

C’è anche un altro nome molto suggestivo con cui è conosciuto questo fenomeno: si tratta di Luna delle lunghe notti. Questo plenilunio è infatti il primo che arriva dopo il solstizio d’inverno, a ridosso di quella che è la notte più lunga dell’anno: ci aspettano ancora molte giornate caratterizzate da numerose ore di buio, prima che la primavera faccia capolino e porti con sé un po’ di sole in più. A rendere, solo di poco, meno affascinante la Luna piena di fine anno è il fatto che non si tratta di una Superluna: non è infatti al perigeo, ovvero nel suo punto più vicino alla Terra, quindi non è particolarmente grande.

Come e dove guardare la Luna piena

Dopo aver visto le caratteristiche di questa splendida Luna piena, non ci resta che scoprire come e dove ammirare lo spettacolo. Il palcoscenico è naturalmente quello del cielo notturno, e non c’è un luogo specifico che offre una visuale migliore rispetto agli altri. Basta infatti alzare lo sguardo in alto per vedere la Luna splendere nel buio, al massimo della sua luminosità. Già nel tardo pomeriggio si può notare il pallido disco che si alza nel cielo, ma bisogna attendere l’arrivo della sera per poter godere al meglio di questo bellissimo fenomeno.

L’unica, importante accortezza per non farsi rovinare lo spettacolo consiste nel trovare un posto che abbia il minor inquinamento luminoso possibile. Nelle grandi città, infatti, l’illuminazione artificiale notturna impedisce ormai di ammirare la volta celeste e tutto ciò che offre, dalle stelle ai pianeti. Per questo motivo gli esperti consigliano di allontanarsi in periferia o, meglio ancora, nella natura per poter assistere alla Luna piena – così come ai tanti altri appuntamenti astronomici come le stelle cadenti e le congiunzioni planetarie.