microsoft edge sincronizzazione smartphone Fonte foto: DANIEL CONSTANTE / Shutterstock
APP

Microsoft Edge Beta 89 blocca l'autoplay delle pubblicità video

Il blocco dell'autoplay dei video è solo una delle novità introdotte con la nuova versione del browser di Micrsoft, che è sempre più completo ed è ormai una vera alternativa a Chrome.

L’ultima release di Microsoft Edge Beta, la versione 89, ha portato con sé alcune interessanti e utili integrazioni al browser di Redmond. Tra le feature e gli aggiornamenti, una tra le più apprezzate dagli utenti è stata quella riguardante il blocco automatico dell’autoplay dei video, compresi quelli pubblicitari.

È arrivata lo scorso 3 febbraio la versione 89.0.774.18 del browser cross-platform sviluppato da Microsoft che, a tutti gli effetti, ha ereditato il posto occupato per anni da Internet Explorer. Decisamente più performante del suo storico predecessore, è diventato recentemente disponibile in versione preview anche per Linux, aggiungendo un altro tassello alla famiglia già composta da macOS, iOS, Android e Xbox One oltre a quella dedicata ai sistemi operativi a partire da Windows 10. Con l’ultimo rilascio sono diverse le novità entrate a far parte di quelle che successivamente, a conclusione della fase di test, dovrebbero diventare caratteristiche definitive del browser.

Microsoft Edge Beta 89, come funziona il blocco dell’autoplay

Come già anticipato, attraverso l’ultimo aggiornamento di Microsoft Edge Beta gli utenti saranno in grado di bloccare la riproduzione automatica delle pubblicità video. In senso più ampio, la feature riguarda il blocco di tutti quei contenuti nei formati video che, solitamente, vengono caricati e avviati in automatico durante la navigazione sul web via browser.

Se attivata dall’utente, la funzionalità è dunque in grado di limitare non solo il consumo di traffico in mobilità, in particolare se si dispone di un piano tariffario a consumo, ma anche di evitare di sovraccaricare inutilmente il browser quando ci si trova davanti a pagine con una massiccia presenza di video.

Microsoft Edge Beta 89, quali sono le altre novità più interessanti

Tra le altre integrazioni, un’altra che merita di essere citata è quella riguardante il supporto alla ricerca tramite linguaggio naturale. Con l’introduzione della nuova versione del browser, Microsoft consente di utilizzare il linguaggio naturale nelle ricerche effettuate tramite l’apposita barra e nella cronologia, oltre a mantenere la precedente metodologia basata sulla corrispondenza tra titoli di pagina/url e chiavi di ricerca.

A questo, poi, si aggiunge anche un gradito aggiornamento della funzione autofill. La compilazione automatica dei form nelle pagine Web, con la release Beta 89, consente di popolare anche i tre campi della data di nascita. Questo si aggiunge a ciò che già accade con i nomi, indirizzi, numeri di telefono e altre tipologie di informazioni che possono essere richieste durante la navigazione via browser. Per modificare o rimuovere i dati di riferimento, utilizzati per la procedura, è possibile accedere in ogni momento alle impostazioni del profilo e visualizzare ed operare sui dati specifici.

Inoltre, sempre parlando di autofill, tra i suggerimenti del browser per la compilazione dei campi compaiono anche i testi contenuti nella clipboard. Ciò avviene una volta selezionato un campo relativo a un profilo o un indirizzo, come email, città, stato, numero di telefono o codice di avviamento postale.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963