Libero
microsoft teams essentials Fonte foto: Microsoft
APP

Microsoft lancia Teams Essentials per le PMI

È completamente dedicato alle PMI il nuovo strumento appena lanciato da Microsoft. Quali sono le caratteristiche principali e quanto costa utilizzarlo

Gli strumenti collaborativi per le imprese finiscono ancora una volta sotto i riflettori grazie a Microsoft. Ed è così che il colosso dell’informatica ha tirato fuori dal cilindro un nuovo standalone, che punta tutto su utili strumenti di collaborazione e tool per le videoconferenze tra i membri del medesimo gruppo di lavoro: ecco di cosa si tratta.

È giunto poche ore fa l’annuncio del lancio di Microsoft Teams Essentials, la nuova versione di Teams completamente dedicata alle PMI, le piccole e medie imprese. La nuova app è frutto dell’impegno dell’azienda di Redmond che punta così, ancora una volta, a semplificare le operazioni di comunicazione e cooperazione all’interno del team aziendale. Si tratta di un pacchetto che ha l’obiettivo, similmente a quanto già accade con il suo “fratello maggiore", di fornire tutti gli elementi necessari per lavorare in maniera pratica e funzionale in ufficio come da remoto, soprattutto in un periodo storico come quello attualmente in corso, dove la distanza e le difficoltà comunicative legate al distanziamento sociale ancora si fanno sentire notevolmente.

Microsoft Team Essential, in cosa consiste

Tra gli strumenti fondamentali di Microsoft Teams Essential vi è quello che consente di effettuare videoconferenze in modo facile e veloce; ai meeting virtuali possono prendere parte fino a 300 partecipanti, per una durata totale del singolo incontro di un massimo di 30 ore. È un numero decisamente più basso rispetto ai 1000 partecipanti di Teams ma, ovviamente, si tratta di una scelta che si adatta perfettamente alle PMI. Anzi, è fin troppo abbondante.

A questo, poi, si aggiungono ulteriori integrazioni che prevedono uno spazio da 10 GB per il salvataggio dei file, il doppio rispetto alla versione free, e l’opportunità di poter collaborare con altre organizzazioni che utilizzano il medesimo software, senza la necessità di appoggiarsi a ulteriori programmi esterni. Permane, inoltre, l’integrazione con Outlook e Google Calendar, altra utile funzionalità particolarmente sfruttata per rimanere sempre aggiornati sulle riunioni e le scadenze in arrivo.

Microsoft Teams Essentials, quanto costa

Il costo per poter utilizzare Microsoft Teams Essentials è di 4 dollari al mese per ogni utente, una cifra decisamente contenuta per uno strumento così ricco di feature. C’è una valida motivazione dietro alla scelta: l’obiettivo di Redmond è di fornire un passaggio intermedio – seppur a pagamento – tra lo strumento gratuito e quello compreso nell’abbonamento a Microsoft 365, disponibile a un prezzo nettamente superiore.

Proprio su quest’ultimo, secondo Microsoft, sarebbero presenti caratteristiche potenzialmente poco funzionali per realtà di dimensioni contenute, tanto da scoraggiare da una possibile sottoscrizione. Dall’altro lato, invece, le limitazioni presenti nella versione gratuita per uso personale (principalmente sui partecipanti e i limiti temporali per le videoconferenze) taglia fuori tutta una fetta di mercato che finora ha sfruttato appieno lo strumento.

Sarebbe proprio questa parte di pubblico business che, invogliata da una cifra così piccola, potrebbe effettuare il salto definitivo verso la versione a pagamento, con un buon compromesso tra funzionalità e costi. Un’occasione che, di certo, saprà catturare l’interesse di molte realtà del settore.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963