smartphone con joycon nintendo switch Fonte foto: Lukmanazis / Shutterstock.com
TECH NEWS

Nintendo lancerà uno smartphone per il gaming: come sarà

Secondo voci in arrivo dal lontano Oriente, la casa nipponica sarebbe pronta a lanciare uno smartphone da gaming. Fondamentale la compatibilità con la Switch

20 Marzo 2019 - Di uno smartphone Nintendo per il gaming si parla da tempo ma, forse, questa è la volta buona: secondo indiscrezioni raccolte da DigiTimes, infatti, la casa nipponica starebbe seriamente pensando ad un telefono in grado di far girare alla perfezione l’enorme libreria di titoli Nintendo.

A differenza del passato, infatti, oggi l’hardware degli smartphone è abbastanza potente da gestire i videogiochi Nintendo senza alcun problema. Inoltre, anche se oggi il mercato degli smartphone espressamente progettati per i videogiochi ha numeri abbastanza limitati (si parla di circa 100 mila pezzi l’anno), a breve esploderà grazie all’arrivo di nuovi dispositivi di diversi produttori. Razer, ad esempio, presenterà entro quest’anno il Razer 3 mentre lo Xiaomi Black Shark 2 è già stato presentato. Sul mercato cinese, invece, lo smartphone da gaming più interessante è il Vivo iQOO, che però ancora non si sa se uscirà mai dai confini cinesi e se sarà proposto sui altri mercati.

Come sarà il Nintendo Phone per il gaming

Resta ancora da capire che caratteristiche tecniche avrà questo futuro smartphone Nintendo per il gaming. Il rischio per la casa di Kyoto è quello di farsi concorrenza da sola presentando uno smartphone che possa sostituire Nintendo Switch, che oggi viene proposto a prezzi che variano tra i 260 euro e i 600 euro (in base al bundle di titoli e accessori inclusi nella confezione).

Secondo molti analisti il Nintendo Phone, se arriverà, sarà uno smartphone di fascia media progettato per eseguire i videogiochi Nintendo e non per far concorrenza con i dispositivi mobili di fascia alta. Molto probabilmente, però, avrà la connettività con Nintendo Switch e uno schermo di dimensioni generose e di buona qualità.

D’altronde l’attuale gamma di videogiochi Nintendo per Android e iOS non richiede potenze stratosferiche, quindi anche uno smartphone con hardware moderno ma di medio livello dovrebbe bastare. Si tratterebbe, quindi, di uno smartphone Nintendo pensato per i giochi Nintendo e non di un dispositivo da gaming in grado di competere con “mostri” come lo Xiaomi Black Shark 2 che integra il processore top di gamma Qualcomm Snapdragon 855, fino a 12GB di RAM ad alte prestazioni e fino a 256GB di memoria interna e alla massima configurazione costa circa 550 euro tasse escluse.

Al contrario, sembrerebbe che Nintendo sia più interessata a fare uno smartphone abbastanza economico e non di nicchia, che si venda bene in tutto il mondo e che serva a far girare i videogames Nintendo, vera forza e vero business di questo ormai storico brand.