Quali smartphone Xiaomi acquistare Fonte foto: 123rf
GUIDE ALL’ ACQUISTO

I migliori modelli Xiaomi per tutte le fasce di prezzo

Gli smartphone Xiaomi hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo e fanno concorrenza ai maggiori competitor: esistono modelli per tutte le tasche ed esigenze.

Gli smartphone Xiaomi sono entrati a tutti gli effetti nella competizione globale relativa ai mobile device, grazie in particolare alla vasta gamma di prodotti e al rapporto qualità-prezzo. Dato che si tratta di un brand piuttosto recente sul mercato europeo, molti utenti si chiedono quale sia il miglior Xiaomi da acquistare.

La risposta in realtà non è così semplice, in quanto come prima cosa bisogna capire l’utilizzo che se ne fa. Il brand cinese infatti riesce a soddisfare tutte le esigenze, ma soprattutto tutte le tasche partendo da cellulari Xiaomi basici che costano fino a 200 euro, per arrivare a tecnologie decisamente più complesse che competono con i modelli top di gamma dei principali competitor. In questo articolo quindi ti forniremo una guida pratica a quale Xiaomi comprare.

Smartphone Xiaomi: caratteristiche

Il marchio cinese è stato fondato nel 2010, ma è arrivato in Italia solamente nel corso del 2018 ed è pertanto molto recente sul mercato nazionale. Fin da subito però i suoi prodotti si sono contraddistinti per alcune caratteristiche:

  • l’ampiezza della gamma che comprende sia smartphone basici, sia modelli top di gamma con un design e una tecnologia molto avanzati, con un software personalizzato che permette di eliminare i bug in tempi molto brevi;
  • il rapporto qualità-prezzo che comprende i componenti interni, la qualità di costruzione e la durabilità nel tempo.

In generale quindi, per capire qual è il miglior smartphone Xiaomi secondo le proprie esigenze, si possono dividere i diversi modelli in fasce di prezzo e qualità.

Xiaomi di fascia bassa

Si parte dai modelli Xiaomi con il prezzo più basso e sicuramente tra questi ci sono il Redmi Note 5A, il Redmi 6A, il Redmi S2, il Redmi Note 7 il Mi A2 Lite. Tutti questi modelli hanno un prezzo che va da un minimo di 100 euro, fino a massimo 250 euro posizionandosi in questo modo in una fascia di prezzo davvero bassa del mercato, ma con una qualità molto elevata.

Il sistema operativo è sempre Android unito con i software MIUI o EMUI, la memoria interna da 32 GB a 128 GB, espandibile anche con scheda esterna. Alcuni modelli inoltre, come il Mi A2 Lite e il Note 7 hanno un display FullHD+.

Le batterie hanno una buona durata e per tutti questi modelli raggiungono una giornata intera di autonomia. Il punto dolente è sicuramente la fotocamera che non offre le prestazioni di modelli intermedi e dei top di gamma. Anche il design può risultare, seppur resistente, a volta un po’ datato.

Xiaomi di fascia intermedia

I Xiaomi di fascia intermedia arrivano a costare fino a 400 euro e vantano caratteristiche più evolute, rispetto ai modelli precedenti. Tra questi sono lo Xiaomi Mi A2, il Redmi Note 5 Pro, il Mi Note 3, il Mi 9 SE e il Pocophone F1.

In particolare il design del Mi 9 SE e del Pocophone sono da top di gamma, i monitor hanno una risoluzione FullHD+, alcuni modelli hanno una doppia fotocamera per catturare meglio luce e profondità. La batteria ha un’ottima durata e tutti questi modelli vantano un processo Snapdragon ultra veloce e una RAM interna da 4/6 GB. Si tratta di smartphone di fascia media, perfetti per chi inizia ad utilizzare il telefono non solo come strumento di svago, ma anche di lavoro, senza farne ovviamente un uso eccessivo.

In particolare, se si cerca il miglior Xiaomi per questa fascia di prezzo, la scelta potrebbe ricadere sul Pocophone F1, con un hardware resistente, un design moderno, un processore Snapdragon 845, 6 GB di RAM, fino a 128 GB di memoria interna, espandibile con Micro SD. La fotocamera anteriore è da 20 megapixel, mentre quelle posteriori hanno un doppio sensore da 12 megapixel e da 5 megapixel. La batteria infine è il grande punto forte: 4000 mAh che non finisco mai e ne garantiscono una grande autonomia.

Xiaomi top di gamma

Infine ci sono i modelli top di gamma di Xiaomi con un prezzo a partire da 400 euro. Tra questi ci sono i Mi MIX 2 e 2S, Mi 8, Mi MIX 3 e infine il top di gamma Mi 9. Ciò che accomuna tutti questi modelli sono il design ultra moderno e le prestazioni, con un prezzo che non supera mai i 500 euro.

Questi modelli hanno una memoria fino a 256 GB, un processore 845 o 855, 6/8 GB di RAM e alcuni in particolare vantano una fotocamera di assoluto prestigio. Lo Xiaomi Mi MIX 2S, il Mi 8, il Mi MIX 3 e il Mi 9 infatti, hanno prestazioni fotografiche che non invidiano nulla ai top di gamma dei principali competitor. Il Mi MIX 3 e il Mi 9 che sono attualmente i top di gamma del brand cinese, hanno un display OLED senza bordi, il secondo con un notch a goccia molto elegante.

Chi utilizza lo smartphone per lavoro e necessita di una grande qualità fotografica, oltre che a prestazioni eccezionale, potrà optare per il modello Xiaomi Mi 9 che ha una tripla fotocamera da 48 pixel con sensore zoom e il wide-angle. Oltre a questo ha anche la ricarica wireless rapida e il sensore che riconosce le impronte digitali per sbloccare il telefono. Questo modello, apparentemente molto simile al OnePlus 6T, in realtà brilla di luce propria, a partire dalle dimensioni che non sono eccessive e lo rendono particolarmente maneggevole.

Il peso è di soli 173 grammi quindi si tratta di uno smartphone ultra leggero. Sul lato sinistro è presente un pulsante che richiama l’assistente Google, mentre nella parte superiore è presente un infrarosso che lo rende uno strumento di controllo anche per la TV. Di fatto, il Mi 9 diventa uno smartphone polifunzionale dal quale si possono controllare diversi strumenti multimediali. Monta il processore più avanzato e prestante, presente anche nei Samsung di fascia alta. In generale, il terminale è molto fluido ed è estremamente prestante nel passaggio da diverse app.

Non ci sono dubbi sul fatto che lo Xiaomi migliore per prestazioni, design, durabilità e affidabilità sia proprio il Mi 9, ma tutto dipende dall’utilizzo che se ne fa. Sicuramente il brand cinese ha realizzato un modello top di gamma, a un prezzo decisamente accessibile: in questo Xiaomi non ha rivali.

Xiaomi: prezzo e perché acquistarli

Ciò che contraddistingue gli smartphone Xiaomi è soprattutto il prezzo: è l’unico brand tecnologico infatti ad offrire una qualità al pari dei migliori competitor sul mercato da anni, a prezzi decisamente concorrenziali. I telefoni Xiaomi quindi vanno da un prezzo minimo di 100 euro, fino a oltre 400 euro, ma senza mai arrivare a fasce di prezzo di migliaia di euro, come invece accade per Apple e Samsung.

Prima di capire però se è consigliabile scegliere di acquistare il miglior Xiaomi per le proprie necessità, si devono conoscere anche altre variabili che entrano in gioco, oltre al prezzo e oltre alle prestazioni dei singoli modelli, come ad esempio l’assistenza e la presenza di una community.

Il servizio di assistenza Xiaomi

Anche se il brand cinese è presente in Italia dal 2018, in realtà ha subito suscitato un grande interesse negli utenti, raccogliendo numerosi consensi e stimolando quindi la creazione di community dedicate. Ad oggi quindi, se si riscontra un problema con il proprio smartphone di marca cinese, si può trovare supporto in una delle numerose community presenti sul web.

Oltre a questo però subentra anche la questione garanzia e assistenza: entrambi determinanti nell’acquisto di uno strumento tecnologico come uno smartphone. Come prima cosa è importante sapere che non ci sono veri e propri negozi Xiaomi in Italia: i diversi modelli possono essere acquistati online, presso negozi di tecnologia al dettaglio o in alcuni degli store autorizzati Mi, presenti solo in poche città italiane.

Anche per quanto riguarda l’assistenza, al momento in caso di problemi o danni al telefono, i centri autorizzati di riparazione prevedono che torni nella casa di produzione in Cina.

Altre ragioni per acquistare Xiaomi

Per quanto riguarda i materiali utilizzati nella produzione, in particolare negli ultimi modelli di fascia alta, si tratta di una scelta davvero innovativa. In alcuni modelli infatti è utilizzato il vetro ceramica, oltre alle componenti per la trasmissione di audio senza capsula e un sensore di prossimità ad ultrasuoni.

Un altro punto a favore nelle scelta degli Xiaomi è sicuramente lo sviluppo della propria interfaccia grafica MIUI che si differenzia notevolmente rispetto a quella della concorrenza, migliorandola. Una delle caratteristiche più amate è la presenza del Second Space, cioè della possibilità di gestire 2 spazi di memoria, come la possibilità di utilizzare 2 account diversi su numerose app di messaggistica o social come WhatsApp e Telegram. Ciascun smartphone può inoltre essere personalizzato a livello di tema e funzionalità.

In generale acquistare il miglior Xiaomi secondo le proprie necessità può rivelarsi una buona scelta: il brand cinese infatti garantisce un’ottima qualità costruttiva, un design moderno e delle prestazioni in linea o superiori alla media di mercato, con un prezzo davvero competitivo. Xiaomi può essere la soluzione ideale per chi cerca uno smartphone professionale, con un prezzo del tutto contenuto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963