Libero
ANDROID

Recensione video Redmi Note 11, tanta tecnologia a prezzo ok

La nuova famiglia Redmi Note 11 è composta da 4 diversi smartphone, noi oggi andiamo al cuore della proposta con il modello meno costoso

 Luca Viscardi  Divulgatore e blogger di tecnologia

Conduttore radiofonico, blogger e scrittore. Da anni impegnato nella divulgazione della cultura digitale, è fondatore e Chief editor di MisterGadget.Tech

Oggi approfondiamo la conoscenza di quello che potrebbe essere uno dei best seller del mercato degli smartphone nei prossimi mesi, Redmi Note 11, uno dei cellulari della grande famiglia Xiaomi. Lo scorso anno Redmi Note 10 è stato uno dei grandi campioni delle vendite, con un rapporto tra qualità e prezzo davvero eccezionale, riuscirà il nuovo arrivato a replicare i fasti del suo predecessore?

Xiaomi Redmi Note 11 64GB

Xiaomi Redmi Note 11 64GB

Come è fatto Redmi Note 11

La struttura e la parte posteriore  del nuovo smartphone Redmi Note 11 sono in plastica, scelta per contenere i costi, che conferisce però un peso molto contenuto, meno di 180 grammi, dettaglio che offre una sensazione di leggerezza davvero gradevole.

Sulla parte posteriore di Redmi Note 11 c’è il blocco delle fotocamere, che richiama il design ormai tipico di Xiaomi, con un sensore più grande, quello principale, in bella vista e gli altri a contorno; quando diciamo “a contorno" non temiamo di sbagliare, perché perché i due sensori da 2 megapixel per la profondità e per gli scatti macro fanno più numero che sostanza.

Il sensore principale da 50 megapixel del nuovo smartphone Redmi Note 11 si comporta abbastanza bene bene quando c’è molta luce, ma quando scende il buio o ci si trova a scattare in condizioni di scarsa luminosità fa molta fatica. Gli scatti con poca luce onestamente non sono granché.

Possiamo dire la stessa cosa dei video, la cui qualità è accettabile solo se si gira con una definizione a 720 pixel, quando si sale  a 1080 pixel, cioè al fullHD, spesso si catturano immagini “a scatti" di qualità discutibile. Abbiamo solo il beneficio del dubbio che i modelli provati da noi in questi giorni non avessero una dotazione definitiva.

display redmi note 11

Scheda tecnica di buon livello

Nella nostra lista della dotazione tecnica inseriamo anche un sensore delle impronte digitali sul bordo dello smartphone, che funziona molto bene e reagisce prontamente, ma volendo è possibile sbloccare il telefono anche con il volto, semplicemente guardandolo.

Redmi Note 11 può vantare un display AMOLED di buona qualità: questo è un dettaglio importante, perché di solito in questa categoria di prezzo viene offerto un display LCD IPS: la differenza sta nella tecnologia con cui lo schermo viene illuminato e quindi nel modo in cui vengono riprodotte le immagini.

Grazie alla scelta di uno schermo AMOLED, Redmi Note 11 garantisce una buona qualità dei colori, anche se non c’è una luminosità esagerata. La diagonale è da 6.43 pollici, una dimensione che oggi rappresenta una sorta di via di mezzo: si legge tutto benissimo, senza essere costretti a maneggiare un cellulare troppo grande.

Redmi Note 11 cover posterioreFonte foto: MisterGadget.Tech

C’è anche l’audio stereo

Un altro dettaglio da aggiungere è quello dei due altoparlanti, per una riproduzione dei suoni più corposa e più gradevole, soprattutto quando si impugna il telefono in orizzontale per guardare un video o divertirsi con un videogame. Non manca ma il sensore per i raggi infrarossi, che trasforma lo smartphone in un telecomando.

All’interno del nuovo cellulare della famiglia Xiaomi, Redmi Note 11,  c’è un processore che non supporta il 5G, lo Snapdragon 680 di Qualcomm. Se un anno fa questo sarebbe risultato del tutto normale, oggi anche in questa fascia di prezzo quasi tutti i nuovi smartphone in circolazione sono compatibili con il 5G.

Xiaomi ha pensato a smartphone per tutti i gusti e tutte le tasche, grazie alle  moltissime combinazioni: Redmi Note 11 si può acquistare con 64 GB di memoria e 4 giga di RAM, ma anche con  64 GB di ROM e 6  GB di RAM o 128 GB di spazio interno e 6 GB di RAM. In tutti i casi, grazie ad una funzione del software è possibile allocare parte della memoria interna per espandere la RAM e quindi avere prestazioni migliori.

Noi stiamo provando la versione con 4 giga di RAM e dobbiamo ammettere che in alcuni casi ha mostrato un po’ i suoi limiti, sembrerebbe quasi un passo indietro rispetto al precedente modello, Redmi Note 10. Se questo può essere lo smartphone ideale per voi, vi consigliamo senza dubbio di optare per una versione con una dotazione di memoria e di RAM più elevata.

Display Redmi Note 11

Batteria che non finisce mai

Quello che invece ci ha impressionato è la batteria da 5000 mAh, perché dovete prendere a martellate il telefono per riuscire a spegnerlo: siamo arrivati ben oltre le 7 ore di schermo acceso, il che vuol dire che la capacità e l’autonomia di questo smartphone sono davvero da primato.

Insomma un dispositivo interessante con un rapporto qualità prezzo di buon livello, ma in tutta sincerità noi consigliamo un piccolo sforzo in più per acquistare il modello Pro, che è decisamente superiore e destinato a durare più a lungo nel tempo.

Xiaomi Redmi Note 11 64GB

Xiaomi Redmi Note 11 64GB

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963