roaming Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Roaming, come calcolare il traffico dati dal 1 gennaio 2020

Dal 1 gennaio 2020 si aggiornano le tariffe per il costo di un GB quando si viaggia all'estero: cosa cambia per gli utenti

Roaming Zero è l’iniziativa dell’Unione Europea lanciata da oramai un paio di anni che permette ai cittadini europei di viaggiare nei Paesi UE senza dover pagare costi aggiuntivi per l’abbonamento mensile della SIM. Le soglie disponibili quando si viaggia, però, non sono le stesse che un utente ha in Italia. Ad esempio, se si paga 10 euro al mese per avere minuti illimitati, SMS illimitati e 30GB di traffico dati, quando si viaggia all’estero avremo meno giga a disposizione.

Il roaming varia a secondo di quanto paghiamo ogni mese per il nostro abbonamento mensile e in base al costo di ogni gigabyte stabilito dall’Unione Europea. Una formula che si aggiorna di anno in anno e che bisogna conoscere per capire quanto possiamo navigare su Internet quando si è in vacanza. Ogni anno l’UE aggiorna il prezzo di un GB, valore che incide fortissimamente sulla formula. E questo succederà anche il 1 gennaio 2020, il costo di un giga scende da 4,5 euro a 3,5 euro, permettendo agli utenti di avere un maggior ammontare di traffico dati quando sono in viaggio in Europa. Ecco come calcolare i giga da usare all’estero dal 1 gennaio 2020.

Roaming Zero, cosa cambia dal 1 gennaio 2020

Quanti giga possiamo utilizzare all’estero dal 1 gennaio 2020? Per rispondere a questa domanda è necessario conoscere una semplice formula:

Costo dell’offerta mensile in Italia (IVA Esclusa) / 3,5) x 2.

Il costo dell’offerta è il prezzo che paghiamo per l’abbonamento mensile con cui abbiamo minuti, SMS e dati di traffico. 3,5 è il valore che l’Unione Europea stabilisce di anno in anno: nel 2019 era 4,5, mentre per il 2020 si abbasserà a 3,5, aumentando così la quantità di giga che si possono usare quando si viaggia in Europa. 2, invece, è una costante e non varia con il passare degli anni.

Questa formula vale per tutti gli operatori telefonici che dal 1 gennaio 2020 dovranno adattare le proprie offerte alle nuove direttive dell’Unione Europea. Nella maggior parte dei casi gli operatori hanno aggiornato in anticipo le loro tariffe e già da un paio di settimane si sono adeguati. Nei prossimi giorni dovreste ricevere un SMS con il nuovo tariffario.

Come calcolare i giga a disposizione all’estero

Per semplificare la vita degli utenti, alcuni operatori telefonici hanno messo a disposizione degli utenti una pagina web che calcola in automatico l’ammontare di giga da usare all’estero.

I clienti Vodafone possono accedere alla pagina web dedicata e in basso troveranno il tool che permette di capire quanti GB usare in Europa. Lo stesso vale per i clienti Wind: basta accedere alla pagina web, inserire il costo dell’abbonamento mensile e si avrà il corrispettivo di traffico dati da usare in UE.

Roaming Zero: cosa cambierà nei prossimi anni

La modifica che l’Unione Europea ha stabilito per il 2020 non è l’ultima: il costo dei GB diminuirà anche nei prossimi anni, aumentando in questo modo il numero di giga da poter usare all’estero.

  • 2021: 3 euro per GB
  • 2022: 2,5 per GB.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963