smartphone galaxy s11 Fonte foto: LetsGoDigital
SMART EVOLUTION

Samsung progetta uno smartphone con schermo estensibile: come sarà

Samsung ha ottenuto il brevetto per uno smartphone con schermo estensibile e pieghevoli che si allunga verso l'alto. Ecco come funziona

17 Settembre 2019 - Un nuovo brevetto di Samsung fa sognare i fan degli smartphone pieghevoli, estensibili e in generale con schermi flessibili. Il brevetto è recentissimo: è stato depositato il 29 agosto 2019 presso lo United States Patent and Trademark Office (USPTO).

In questo brevetto viene descritto un device con schermo “a cascata“, che si allunga in senso verticale tramite uno slider. Tirando il bordo superiore del dispositivo verso l’alto lo schermo guadagna qualche centimetro. Quando è chiuso, invece, lo schermo si arrotola su un albero posizionato all’interno del cellulare, nella parte bassa. Questo meccanismo si evince dal brevetto, ma non sarà visibile all’utente. Nonostante qualcuno pensi che Samsung voglia usare questa tecnologia nel prossimo Galaxy S11 (in particolare nel modello Plus, per distinguerlo maggiormente da quello normale), tecnicamente si tratta di una ipotesi assai poco credibile.

Fotocamere nascoste

Un’altra cosa che non si vede in questo ipotetico smartphone allungabile descritto nel brevetto di Samsung è il reparto fotografico posteriore. È composto da tre obiettivi ed è nascosto quando lo schermo è chiuso, mentre esce fuori quando azioniamo lo slider per allungare lo schermo. Questa soluzione protegge le fotocamere, da una parte, ma rende macchinoso scattare fotografie “al volo“, dall’altra. La fotocamera anteriore, invece, è sempre a vista sia con lo schermo completamente aperto, sia richiuso.

Sarà così il Galaxy S11+?

Qualcuno già fantastica su un possibile Samsung Galaxy S11+ con schermo estensibile, ma è molto poco probabile che l’azienda sudcoreana adotti a breve questo brevetto per un prodotto destinato al grande pubblico. I tempi, infatti, non lo permettono e la recente esperienza (negativa) del lancio del Galaxy Fold insegna che, quando si parla di display con tecnologie innovative, non bisogna avere fretta. Recentemente, poi, ha preso corpo l’ipotesi che Samsung voglia uniformare la gamma Galaxy S con quella Note, lasciando spazio per il Galaxy Fold. Due tecnologie di display flessibile presenti contemporaneamente sul mercato, però, potrebbero cannibalizzarsi a vicenda. Ad oggi, infatti, non esiste ancora un vero e proprio mercato degli smartphone pieghevoli e, di conseguenza, i dispositivi con queste tecnologie che verranno venduti saranno davvero pochi. Anche a causa dei prezzi esorbitanti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963