Libero
samsung exynos Fonte foto: MZinchenko / Shutterstock
TECH NEWS

Samsung sta per superare Intel, di nuovo

Samsung potrebbe a breve produrre e vendere più semiconduttori di Intel, detronizzandola per la seconda volta nella storia dell'elettronica.

Che negli ultimi anni la forza di Samsung sia cresciuta a dismisura nel mercato dell’elettronica se ne sono accorti un po’ tutti. Che nello stesso periodo Intel abbia perso parecchio smalto è altrettanto noto. Ma quella che potrebbe sembrare una semplice sensazione, magari influenzata dalla pubblicità, non lo è affatto.

Secondo l’ultimo report di IC Insights, infatti, Samsung sta per superare Intel. Per la precisione Samsung potrebbe superare Intel entro poche settimane nel mercato dei semiconduttori, cioè principalmente chip e memorie. Non sarebbe la prima volta che succede, visto che Samsung ha già superato per un breve periodo Intel nel 2017. Questa volta, però, la casa coreana potrebbe mantenere la corona di regina dei semiconduttori per molto più tempo anche perché, rispetto al 2017, il mercato è oggi completamente diverso e molto più favorevole a Samsung che non a Intel.

Samsung Vs Intel: i numeri

Secondo IC Insights Samsung ha chiuso il primo trimestre 2021 con vendite di semiconduttori per 17,1 miliardi di dollari, contro i 18,7 miliardi di Intel che, al momento, è ancora in testa. Già dalla fine del prossimo trimestre, che si chiude a giugno, la situazione potrebbe però ribaltarsi.

IC Insights prevede infatti che Samsung salga a 18,5 miliardi e che Intel scenda a 17,9 miliardi. Seppur di poco, quindi, da metà anno Samsung potrebbe detronizzare Intel.

Il precedente del 2017

Intel è stata la più grande azienda al mondo per produzione e vendita di semiconduttori, ininterrottamente, dal 1993 al 2016. Un record difficile da eguagliare e che resterà nella storia dell’elettronica e dell’informatica. Per decenni, infatti, i PC sono stati “Intel Inside“.

Intel produce in casa i semiconduttori con i quali realizza CPU e memorie, da qui il record durato così a lungo anche se AMD per un certo periodo ha provato a impensierire Intel.

A fine 2017, però, è successo quello che nessuno si aspettava: grazie al boom delle memorie (che costavano sempre di meno e che venivano prodotte in quantità sempre più elevata) Samsung riuscì a superare Intel per qualche mese. Anche Samsung, infatti, produce in casa i semiconduttori che finiscono all’interno dei suoi chip e memorie e in quelli di altri big del settore. Ma il mercato delle memorie, nel giro di pochi mesi, subì una forte contrazione e Samsung perse ben presto lo scettro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963